Informazione creata ad arte (e cultura)

Il Pio Monte della Misericordia e il Tesoro di San Gennaro in un unico percorso di visita guidata

Gli itinerari di SCINTILLARTE apriranno al pubblico a partire dal 15 maggio e si terranno due volte a settimana (lunedì ore 11 e ore 15 – mercoledì ore 11). Si potrà scegliere un biglietto unico per la visita combinata al Pio Monte e al Museo e Real Cappella del Tesoro di San Gennaro (durata circa 90 minuti), o scegliere l’ingresso singolo a uno dei due siti (durata circa 45 minuti). Il percorso unico offrirà al pubblico la speciale opportunità di attraversare la scala antica del Duomo di Napoli che collega i due complessi museali. Prenotazione obbligatoria su www.tesorosangennaro.it oppure su www.piomontedellamisericordia.it.
Simone Florena
Photo credits: Simone Florena

Il Pio Monte della Misericordia e il Tesoro di San Gennaro in un unico percorso di visita guidata

Simone Florena
Photo credits: Simone Florena
Gli itinerari di SCINTILLARTE apriranno al pubblico a partire dal 15 maggio e si terranno due volte a settimana (lunedì ore 11 e ore 15 – mercoledì ore 11). Si potrà scegliere un biglietto unico per la visita combinata al Pio Monte e al Museo e Real Cappella del Tesoro di San Gennaro (durata circa 90 minuti), o scegliere l’ingresso singolo a uno dei due siti (durata circa 45 minuti). Il percorso unico offrirà al pubblico la speciale opportunità di attraversare la scala antica del Duomo di Napoli che collega i due complessi museali. Prenotazione obbligatoria su www.tesorosangennaro.it oppure su www.piomontedellamisericordia.it.

SCINTILLARTE, i giovani de La Scintilla raccontano l’arte, è il titolo del progetto culturale di visite solidaliche vede per la prima voltainsiemedue storiche istituzioni di Napoli, il Pio Monte della Misericordia e il Tesoro di San Gennaro, con l’Associazione La Scintilla Onlus – “I colori della disabilità” in una virtuosa collaborazione con lo scopo di creare spazi di crescita e partecipazione e strutturare un percorso di inclusione per le fasce più fragili della società.

Uno dei rari esempi in Italia di turismo sostenibile che unisce in un unico percorso di visita due siti storici, propone un biglietto integrato, e mira all’autonomia personale e lavorativa di giovani con disabilità.

Protagonisti dell’iniziativa saranno i giovani dell’Associazione La Scintilla che affiancheranno le guide dei complessi museali, accoglieranno il pubblico e condurranno i visitatori in un viaggio nella storia e alla scoperta dei capolavori di due tra i luoghi d’arte più suggestivi di Napoli, siti simbolo della città, diventando narratori di arte e bellezza e speciali collaboratori e guide nei percorsi di visita.

L’iniziativa è stata presentata martedì 9 maggio, nella Sala delle Assemblee del Pio Monte della Misericordia, da Fabrizia Paternò di San Nicola, Soprintendente del Pio Monte della Misericordia, Vito Gagliardo, Presidente de La Scintilla e Francesca Ummarino, Direttrice del Museo del Tesoro di San Gennaro. Presente anche Girolamo Carignani di Novoli, Deputazione della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro.

Nel corso della presentazione è stato firmato l’accordo di collaborazionetra le due istituzioni culturali e La Scintilla alla presenza di tutti i giovani dell’Associazione e le loro famiglie, gli operatori, gli educatori e le guide specializzate dei due complessi museali.

Dopo un primo periodo di studio e progettazione, la formazione per le visite solidali di SCINTILLARTE è durata più di un anno. Le varie fasi del processo formativo hanno previsto incontri di conoscenza e approfondimento, lezioni sul patrimonio storico, artistico e culturale dei due siti museali, la definizione dei contenuti, attività in gruppo e singole, con un fitto calendario di prove e verifiche sul campo.

Un’esperienza condotta da formatori esperti, affiancati dai servizi educativi delle due istituzioni culturali, che ha richiesto da parte di quanti erano interessati, cura, impegno, costanza, studio e pazienza. Un lungo percorso in cui 12 giovani dell’Associazione hanno rafforzato la loro voce, superato timidezza e paura, conquistato sicurezza, per essere pronti ad offrire ad un pubblico aperto ed accogliente le loro competenze e a vivere una nuova avvincente avventura.

La Scintilla Onlusda trent’anni sostiene la formazione dei giovani con disabilità e gestisce l’accompagnamento educativo necessario alla realizzazione del loro percorso di vita, creando occasioni di amicizia, percorsi di residenzialità autonoma, sostenendo con impegno quotidiano la loro concreta inclusione sociale e lavorativa.

L’intervento socio-culturale del Pio Monte della Misericordia sull’associazione La Scintilla si inserisce in un partenariato che dura da tantissimi anni e che si rinnova costantemente: dal 2022 li vede ancora insieme nel progetto triennale Opera 5, vincitore del bando sociosanitario di Fondazione con il Sud di cui il Pio Monte è capofila. Opera 5 sostiene e assiste La Scintilla nel delicato e fondamentale percorso di salute bio-psicosociale dei loro assistiti, che passa attraversoil raggiungimento dell’autonomia personale e lavorativa, per dare nuove opportunità come SCINTILLARTE.

La storia. Da un’attività educativa all’inclusione socio-lavorativa
Fin dal 2004, anno in cui il Pio Monte della Misericordia concede a La Scintilla in comodato d’uso l’attuale sede presso lo storico palazzo dell’Ente di via dei Tribunali, gli educatori dell’associazione e i responsabili del complesso museale, ascoltando e stimolando la curiosità dei giovani ospiti della struttura, hanno intrapreso un percorso di fruizione speciale del patrimonio artistico del Pio Monte: l’arte, la bellezza e la storia di Napoli hanno acceso l’interesse dei giovani rappresentando progressivamente, pur con i disagi connessi alle barriere architettoniche e culturali presenti, un percorso reale di crescita e di consapevole maturità ed autonomia. Attraverso visite guidate, esperienze di pittura, realizzazione di itinerari didattici, nel tempo l’arte è diventata per tutti una straordinaria esperienza di vita.

Successivamente, grazie anche al sostegno del Ministero delle Pari Opportunità, dell’Otto per mille Valdese e di Fondazione Con il Sud, l’attività è stata orientata verso la formazione dei giovani de La Scintilla che hanno mostrato interessi più specifici, per accompagnare sia le visite al Pio Monte della Misericordia che alla Chiesa di S. Luciella ai Librai: per la prima volta i partecipanti lavoravano non con un educatore, ma con una guida turistica e operatore museale.

Un percorso cominciato a due tra La Scintilla e il Pio Monte, che oggi si arricchisce della preziosa partecipazione delMuseo del Tesoro di San Gennaro e che vede la firma di un importante accordo siglato tra le due istituzioni culturali e La Scintilla.

Il percorso di visita combinata SCINTILLARTEparte dalla Real Cappella dedicata al Santo Patrono, situata nel Duomo di Napoli, dove i giovani Chiara, Davide, Martina e Roberto accoglieranno il pubblico insieme a Fabio Tosa, guida ufficiale del museo, per condurlo alla scoperta della chiesa e poi del Tesoro di San Gennaro. I visitatori attraverseranno poi la scala antica del Duomo di Napoli (aperta solo per le visite al mattino), che porta a piazza Riario Sforza proprio di fronte al complesso del Pio Monte. Dopo una breve pausa a “Il Cantiere delle Idee”, spazio situato nel cortile del palazzo e gestito da La Scintilla, l’itinerario proseguirà all’interno della Cappella che ospita il Caravaggio e altre straordinarie opere, dove Cristina, Ernesto, Giampaolo, Igor e Toni accompagnati daSilvia Evangelista responsabile dei servizi educativi del Pio Monte, illustreranno la storia del secolare ente e i capolavori della Cappella.

Il logo SCINTILLARTE reinterpreta i valori dei luoghi e intende racchiudere in un’unica identità grafica le caratteristiche dei protagonisti coinvolti attraverso la scelta di tre simboli: una luminosa “scintilla” dedicata all’associazione, la famosa “mitra” per il Tesoro di San Gennaro e l’“ala d’angelo” che rimanda al quadro del Caravaggio “Le sette opere della misericordia”, custodito al Pio Monte.

SCINTILLARTE mira ad allargare spazi e a creare nuove opportunità di collaborazione, diffusione della cultura e integrazione, portando avanti in modo consapevole l’idea che l’azione sociale è sempre di più una risorsa per tutti.
Essere parte del “mondo di tutti, come tutti” è l’aspirazione più forte delle persone con disabilità intellettiva e comporta un cambiamento di mentalità al quale La Scintilla lavora costantemente attraverso una rete sempre più numerosa di collaborazioni.

SCINTILLARTE
un impegno concreto vissuto con serietà e professionalità che trasforma una visita museale in un’esperienza che sa ampliare gli orizzonti della mente e del cuore!

***

SCINTILLARTE
I giovani de La Scintilla raccontano l’arte

Info visite guidate
lunedì ore 11.00 e ore 15.00
mercoledì ore 11.00

Prenotazione obbligatoria, con almeno cinque giorni di anticipo, su https://www.tesorosangennaro.it oppure su https://www.piomontedellamisericordia.it

– Visita combinata Cappella e Museo del Tesoro di San Gennaro e Cappella delPio Monte della Misericordia (durata circa 90 minuti). Adatto alle scuole secondarie di primo grado e scuole superiori e a gruppi di turisti. Biglietto unico 10,00 euroa persona.

– Visita alla Cappella e al Museo del Tesoro di San Gennaro(durata circa 45 minuti). Adatto alle scuole secondarie di primo grado e scuole superiori e a gruppi di turisti. Biglietto unico 6,00 euroa persona.

– Visita al Pio Montedella Misericordia (durata circa 45 minuti).Adatto alle scuole secondarie di primo grado e scuole superiori e a gruppi di turisti. Biglietto unico 6,00 euroa persona.

Pio Monte della Misericordia / Via dei Tribunali 253, 80139 Napoli
Tesoro di San Gennaro / Via Duomo 149, 80138 Napoli
La Scintilla Onlus/ Via dei Tribunali 253, 80139 Napoli

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Renato Aiello
Photo credits: Simone Florena
ID: 377300
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.