Informazione creata ad arte (e cultura)

Il Castello di Issogne: una gemma architettonica nella Valle d’Aosta

Storia, Architettura e Arte Affrescata del Rinascimento alpino. Conosciuto per i suoi affreschi ben conservati, il Castello di Issogne è un esempio splendido di residenza signorile medievale.
Foto di Hagai Agmon-Snir

Il Castello di Issogne: una gemma architettonica nella Valle d’Aosta

Foto di Hagai Agmon-Snir
Storia, Architettura e Arte Affrescata del Rinascimento alpino. Conosciuto per i suoi affreschi ben conservati, il Castello di Issogne è un esempio splendido di residenza signorile medievale.

Storia e Origini

Il Castello di Issogne, situato nel cuore della Valle d’Aosta, è uno dei castelli più rinomati della regione. La sua storia è radicata nel Medioevo, con la prima menzione documentata risalente al 1151, quando una bolla papale attestava la proprietà del castello al vescovo di Aosta. Tuttavia, è probabile che il sito fosse già occupato da una villa romana fin dal I secolo a.C., come suggeriscono alcuni reperti murari rinvenuti nelle cantine del castello attuale. Nel corso dei secoli, il castello ha visto un susseguirsi di proprietari, tra cui la famiglia De Verrecio e successivamente la famiglia Challant, che ha giocato un ruolo centrale nella trasformazione del castello in una sontuosa dimora rinascimentale tra il 1490 e il 1510, sotto la guida di Giorgio di Challant​.

Caratteristiche Architettoniche

Architettonicamente, il Castello di Issogne si distingue per il suo cortile interno, adornato da una fontana del melograno e un coloratissimo porticato. Questo porticato è un raro esempio di pittura alpina medievale e ospita un ciclo di affreschi che rappresentano scene di vita quotidiana del tardo Medioevo. La struttura architettonica del castello riflette una fusione di stili medievali e rinascimentali, con una serie di torri e corpi di fabbrica racchiusi da una cinta muraria, illustrando la transizione storica e culturale tra queste due epoche nella regione della Valle d’Aosta​.

Affreschi e Graffiti

Gli affreschi sulle lunette del porticato, realizzati tra il ‘400 e il ‘500, rappresentano una testimonianza eccezionale dell’epoca rinascimentale, con scene di vita quotidiana che offrono una panoramica della vita sociale di quel periodo​. Inoltre, una caratteristica unica del Castello di Issogne sono i numerosi graffiti lasciati nel corso dei secoli da visitatori, ospiti, servitori o dagli stessi castellani. Questi graffiti, incisi su diverse superfici del castello, rappresentano una testimonianza storica delle varie epoche che il castello ha attraversato, offrendo uno sguardo intrigante sull’interazione tra gli abitanti del castello e la sua struttura nel corso dei secoli​.

 
 

Informazioni sulla pubblicazione

Foto di Hagai Agmon-Snir
Picture of Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.