Informazione creata ad arte (e cultura)

Zurich Art Weekend 2023: dal 9 all’11 giugno l’arte conquista la città

Tutto pronto per la sesta edizione di Zurich Art Weekend, un fine settimana in cui la città elvetica diventa un palcoscenico per l’arte locale e internazionale, coinvolgendo ben 73 location, con un programma che prevede oltre 80 mostre, la presenza di 120 artisti contemporanei all’avanguardia oltre a talenti affermati ed emergenti e l’organizzazione di 130 eventi distribuiti in tre giorni.
fonte Consilium Comunicazione
Photo credits: fonte Consilium Comunicazione

Zurich Art Weekend 2023: dal 9 all’11 giugno l’arte conquista la città

fonte Consilium Comunicazione
Photo credits: fonte Consilium Comunicazione
Tutto pronto per la sesta edizione di Zurich Art Weekend, un fine settimana in cui la città elvetica diventa un palcoscenico per l’arte locale e internazionale, coinvolgendo ben 73 location, con un programma che prevede oltre 80 mostre, la presenza di 120 artisti contemporanei all’avanguardia oltre a talenti affermati ed emergenti e l’organizzazione di 130 eventi distribuiti in tre giorni.

Da venerdì 9 a domenica 11 giugno lo Zurich Art Weekend, che come da tradizione anticipa di qualche giorno Art Basel, anche quest’anno esalta la varietà e la ricchezza della scena artistica in città, offrendo spunti di riflessione unici in un programma all’insegna dell’alta qualità degli ospiti e di eventi straordinari, organizzati in collaborazione con i luoghi d’arte partecipanti. Il programma, ricco di eventi gratuiti, pone l’accento sulle ultime tendenze e sui format esperienziali che contraddistinguono il settore dell’arte contemporanea. L’intento della tre giorni è quello di sviluppare nuovi legami tra tutti gli attori protagonisti del fiorente ecosistema artistico, aprendo questo settore al pubblico generalista attraverso la conoscenza del processo di creazione artistica che nei giorni di manifestazione avviene direttamente al fianco di artisti, curatori, direttori di musei.

Per il sesto anno consecutivo Mirabaud è partner principale, insieme a quelli di lunga data come la Fondazione Zürich Turismo, Hubert Looser, Haas & Company e Twenty Five Hours Hotels. Le maggiori istituzioni zurighesi ospitano una serie di prestigiosi eventi di livello mondiale: mostre storiche particolarmente rinomate “Giacometti – Dalí” e “Re-Orientations” sono presenti al Kunsthaus; Cristoforo Kulendran Thomas esporrà alla Kunsthalle Zürich; Edouard Glissant, Arthur Jafa & Dimitri Chamblas al Luma Westbau. Presso il Cabaret Voltaire, luogo di nascita del Dadaismo, apre una nuova mostra del celebre artista britannico Monster Chetwynd. Il nuovo collaboratore dello Zurich Art Weekend SCHAUSPIELHAUS, uno dei più importanti teatri germanofoni, presenta un programma da non perdere, in particolare “Antigone in Butscha” di Pavlo Arie, messo in scena da Stas Zhyrkov. All’interno dello Zurich Art Weekend è inoltre offerto un esclusivo tour “dietro le quinte” con accesso a collezioni private, pubbliche e alle fondazioni. Durante il fine settimana inoltre eventi speciali consentono l’accesso a spazi unici come la Nicola Erni Collection, Ringier Collection e Fondazione Bechtler oltre a un’esclusiva visita guidata alla Swiss Re.

Inoltre quest’anno, all’interno dello Zurich Art Weekend, viene ospitata la KYIV ART WEEK che presenta un progetto nomade «Performing Kyiv. Come misurare la pace?». A cura di Eugenio Bereznitsky e Maria Vtorushina, questo progetto mira a rispondere ad una domanda importante: qual è il ruolo della cultura all’interno di una guerra? “Performing Kyiv” è costituita da una serie di spettacoli di artisti ucraini e internazionali ospitati all’interno dello Schauspielhaus di Zurigo e del Cabaret Voltaire, che mirano ad esplorare il ruolo dell’arte e in particolare della performance art, con il compito di evocare emozioni e rivolgersi direttamente al pubblico, superando le barriere sociali, culturali e linguistiche.

Infine lo Zurich Art Weekend si arricchisce ulteriormente grazie alla singolare proposta Art+Tech, una serie di eventi che prevedono scambi unici tra artisti e ricercatori che si sono distinti nei rispettivi campi, per discutere la loro visione del mondo, i loro processi di ricerca e le loro sfide. Quest’anno Il programma Art+Tech include importanti nomi tra cui: Arti immersive Spazio (ZHdK); Haus Der Elektronischen Künste (HEK); Centro ETH AI progetti di intelligenza artificiale e arte; ETH Collegium Helveticum; Centro Blockchain UZH e studi di mercato dell’arte; NFT Art Day ZRH 2a edizione e metaverso conferenza in Svizzera; ARCUAL, fondata da MCH Group e LUMA.

Per raggiungere Zurigo e lo Zurich Art Weekend, il modo più veloce, sostenibile ed economico è sicuramente via treno, approfittando dello sconto PROMOSVIZZERA23 con cui si può risparmiare il 20% sul prezzo del biglietto SMART e SMART 2, sia in prima che in seconda classe. La promo è attiva dal 15 maggio al 15 giugno e i biglietti si possono acquistare per i collegamenti Eurocity da Milano, Bologna, Genova e Venezia. In fase di acquisto, sul sito e sull’App di Trenitalia e nelle agenzie di viaggio abilitate, sarà sufficiente inserire il codice PROMOSVIZZERA23.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Mariella Belloni
Photo credits: fonte Consilium Comunicazione
ID: 377643
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.