Informazione creata ad arte (e cultura)

XIII Giornata Nazionale ADSI – Domenica 21 maggio 2023

Ventisette residenze del Piemonte si raccontano in occasione della Giornata Nazionale delle Dimore Storiche Italiane. Custodi di storia e curiosità a cavallo del tempo, quest’anno molte accolgono eventi speciali nel programma del Salone OFF del Salone Internazionale del Libro di Torino. Ingresso gratuito, in alcuni casi su prenotazione.
fonte ufficio stampa
Photo credits: fonte ufficio stampa

XIII Giornata Nazionale ADSI – Domenica 21 maggio 2023

fonte ufficio stampa
Photo credits: fonte ufficio stampa
Ventisette residenze del Piemonte si raccontano in occasione della Giornata Nazionale delle Dimore Storiche Italiane. Custodi di storia e curiosità a cavallo del tempo, quest’anno molte accolgono eventi speciali nel programma del Salone OFF del Salone Internazionale del Libro di Torino. Ingresso gratuito, in alcuni casi su prenotazione.

Il più grande museo diffuso d’Italia riapre le porte. Domenica 21 maggio torna la Giornata Nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI), giunta quest’anno alla XIII edizione. In tutta Italia saranno visitabili gratuitamente oltre 500 proprietà, testimoni di arte e storia di ogni epoca – castelli, rocche, ville, parchi storici e giardini segreti – che costituiscono un immenso valore sociale, culturale ed economico per i territori di appartenenza, perno di un sempre più auspicabile sviluppo sostenibile e non delocalizzabile a lungo termine.

L’iniziativa, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Case della Memoria, la Federazione Italiana Amici dei Musei (FIDAM) e Feder Matrimoni ed Eventi Privati (Federmep), ha ricevuto il patrocinio dell’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco e del Ministero della Cultura. Media partner dell’evento saranno il TGR e RAI Pubblica Utilità.

Partner ai quali, per il Piemonte, si aggiungono il Patrocini della Regione Piemonte, della Città Metropolitana di Torino e delle Province di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo e Novara, nonché il sostegno di Reale Mutuae, novità del 2023, la collaborazione con il Salone Off – Salone del Libro di Torino.

In Piemonte sono 27 le residenze aperte per la Giornata ADSI, diffuse su tutto il territorio regionale. Per alcune si tratta di un appuntamento abituale, per altre di un debutto nel circuito. Come Villa Era, dimora di fine ‘800 sulla collina di Vigliano Biellese (BI), per oltre trenta anni sede della rivista Eubiotica e del Centro ICARE (International Centre for Advancement in Research and Education), pionieri in agricoltura biologica, alimentazione, e vari ambiti della medicina naturale; e il castello fortificato di San Marzano Oliveto, vedetta dell’omonimo borgo astigiano che domina le Langhe, custode di ambienti, volte e decori di grande pregio.

Le dimore accolgono il Salone OFF
La sezione ADSI Piemonte e Valle d’Aosta, dopo lo spontaneo omaggio dello scorso anno, avvia con questa edizione una collaborazione ufficiale con il Salone Off nell’ambito del Salone Internazionale del Libro di Torino. Undici le dimore che oltre all’abituale visita al pubblico prevista dalla Giornata Nazionale accoglieranno 19 appuntamenti gratuiti: concerti di vari generi musicali, incontri, letture, presentazioni di collezioni e volumi legati alle storie delle case o delle famiglie … Ogni dimora ha colto l’invito cercando di interpretare il tema “Attraverso lo specchio” per riflettere sul proprio passato e trovare nuovi spunti per il futuro.

Fra le 27 dimore che aprono in occasione della Giornata Nazionale ADSI, queste quelle che ospitano incontri del Salone OFF:

  • Castello di Borgo Adorno – Cantalupo Ligure (AL)
  • Castello di Robella – Robella (AT)
  • Tenuta Berroni – Racconigi (CN)
  • Palazzo La Marmora – Biella
  • Castello di Massazza – Massazza (BI)
  • Villa Era -Via Rivetti 53, Vigliano Biellese (BI)*apre per la prima volta in occasione della Giornata Nazionale ADSI
  • Casa Cobianchi – Boca (NO)
  • Castello di Marchierù – Villafranca Piemonte (TO)
  • Castello Provana di Collegno – Collegno (TO)
  • Castello di Pavarolo – Pavarolo (TO)
  • Parco del Castello di Sansalvà – Santena (TO)

L’occasione per gite di prossimità alla scoperta di luoghi e delizie di un Piemonte insolito
La vicinanza fra alcune dimore aperte in Piemonte in occasione della Giornata Nazionale ADSI invita a delineare mini-tour personali che includano più residenze, alla scoperta di borghi e realtà poco conosciuti, a degustare prodotti tipici, in molti casi coltivati proprio nelle dipendenze agricole di alcune proprietà. Il patrocinio dell’ENIT è un primo riconoscimento al grande valore aggiunto che le dimore storiche possono e potranno dare al rilancio del turismo, svelando capitoli inediti di arte e storia di interesse locale e nazionale.

In Piemonte, località fra collina e pianura torinese come Santena, Pavarolo, Collegno, Villafranca Piemonte, Volvera, Piossasco e Bricherasio, possono essere il complemento di un week end a Torino; San Giorgio Canavese può suggerire un tour che si estende a Biella, Vigliano Biellese e Massazza; o allargarsi alle novaresi Boca, San Maurizio d’Opaglio e Orta San Giulio. Ozzano Monferrato, Piovera, Novi Ligure e Cantalupo Ligureinvoglianoa spingersi fra colline astigiane ed alessandrine così come nel cuneese, a un passo dalle Langhe Racconigi, Sanfré e Cuneo invitano a cogliere aspetti insoliti della provincia Granda.

Sandor Gosztonyi, Presidente ADSI – Sezione Piemonte e Valle d’Aosta, rieletto per il triennio 2021/2024 nonché Vice Presidente nazionale – dichiara:

“La Giornata Nazionale si propone come un racconto reale, come spunto per rivivere uno spaccato della storia del nostro Paese. Ma è anche l’occasione per sensibilizzare cittadini e istituzioni su cosa significhi gestire questi beni, quali professionalità siano richieste per tutelare antiche mura e giardini secolari. L’obbligo del mantenimento, imposto dal vincolo, ci vede affrontare costi non più sostenibili e ci sentiamo abbandonati dalle Istituzioni nazionali e regionali, ci si dimentica che la conservazione degli stessi favorisce nuovi posti di lavoro e anche il mantenimento dell’eccellenza artigiana italiana. Siamo definiti il più grande museo diffuso d’Italia, ma siamo anche la più grande impresa culturale, che genera ricchezza in tutti i Comuni d’Italia”.

La Missione di ADSI e dei suoi proprietari
La Giornata Nazionale ADSI rappresenta un’occasione unica per sensibilizzare la società civile e le istituzioni sul ruolo che le dimore storiche ricoprono per il tessuto socio-economico del Paese. Una realtà che, prima della pandemia, a livello nazionale era in grado di accogliere 45 milioni di visitatori l’anno. La GN è quindi un momento di collettiva immersione nel Bello, ma anche l’occasione per puntare i riflettorisu un patrimonio tramandato attraverso i secoli, estremamente fragile, talvolta nascosto o ignorato,che i proprietari si impegnano quotidianamente a custodire e a valorizzare.

Il 54% di tali immobili è situato in piccoli comuni con una popolazione inferiore a 20.000 abitanti e, nel 26% dei casi, addirittura sotto i 5.000 residenti. In passato elemento di identità e riferimento per la popolazione locale, ancor oggi le dimore possono contribuire all’economia circolare dei borghi in cui si trovano. La loro presenza sul territorio è infatti fondamentale per moltissime filiere: dal turismo (ristorazione, attività ricettive e visita degli immobili), alla convegnistica ed alla realizzazione di eventi, dal settore agricolo al mondo vitivinicolo che in molti casi viene oggi ripreso dalle nuove generazioni.

Molte le figure professionali che gravitano intorno ad una proprietà: artigiani, restauratori, maestri vetrai, tappezzieri, giardinieri specializzati … i cui mestieri sono sempre più difficili da reperire. Ma che, al contrario, potrebbero creare opportunità occupazionali per i più giovani, prospettando loro un futuro legato alla propria Nazione che contribuisca attivamente al mantenimento ed alla valorizzazione di beni e saperi che ancora oggi rendono unico agli occhi del mondo il patrimonio privato italiano.

“Scatta le dimore storiche 2023”
L’Associazione Dimore Storiche Italiane e Photolux Festival, in collaborazione con Instagramers Italia ETS, promuoveun challenge rivolto a tutti gli utenti di Instagram. L’obiettivo è quello di testimoniare, attraverso la fotografia, “storia, quotidianità, unicità e bellezza delle dimore storiche italiane aperte in occasione della XIII Giornata Nazionale ADSI” del 21 maggio. I 25 contenuti digitali più rappresentativi dei cortili, dei giardini e degli esterni delle dimore saranno oggetto di una mostra virtuale accessibile sui siti web di ADSI e Photolux Festival e condivisi sugli account Instagram dei tre soggetti promotori. Un autore o un’autrice selezionati dalla giuria saranno invitati a partecipare a una visita speciale dedicata in una dimora storica della propria città di residenza.

Modalità di partecipazione al concorso disponibili sul link:

https://www.associazionedimorestoricheitaliane.it/workspace/uploads/challenge-scatta-le-dimore-storiche-2023-.pdf

Associazione Nazionale Dimore Storiche
L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. Nata nel 1977, conta attualmente circa 4500 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese. L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche, affinché tali immobili, di valore storico-artistico e di interesse per la collettività, possano essere tutelati e tramandati alle generazioni future nelle condizioni migliori. Questo impegno è rivolto in tre direzioni: verso i soci stessi, proprietari dei beni; verso le Istituzioni centrali e territoriali, competenti sui diversi aspetti della conservazione; verso la pubblica opinione, interessata alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.

https://www.adsi.ithttps://www.associazionedimorestoricheitaliane.it

L’elenco dei luoghi aperti al pubblico e le modalità di prenotazione, ove richiesta, sono consultabili al link:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Mariella Belloni
Photo credits: fonte ufficio stampa
ID: 377550
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.