Informazione creata ad arte (e cultura)

Bologna: Workshop interdisciplinari per educare al dialogo.

Testo inviato da: Carola Truffelli
Foto
Le pratiche filosofiche si propongono di indagare le grandi domande che da sempre gli esseri umani si pongono: la filosofia diventa così un’esperienza vissuta in cui i partecipanti si sentono attori e non semplici fruitori, trasformandosi da spettatori passivi del sapere a comunità di ricerca dove ognuno, personalmente, contribuisce alla costruzione della conoscenza.

Workshop interdisciplinari per educare al dialogo, promossi dall’associazione culturale bolognese Filò – Il filo del pensiero

Accanto alle formazioni online, per l’anno 2023, Filò. Il filo del pensiero propone una formazione alle pratiche filosofiche in presenza articolata in 8 workshop interdisciplinari.

Che cosa significa essere felici? Qual è il senso della vita? Che cos’è la libertà? Esistono il bene e il male?
Le pratiche filosofiche si propongono di indagare le grandi domande che da sempre gli esseri umani si pongono: la filosofia diventa così un’esperienza vissuta in cui i partecipanti si sentono attori e non semplici fruitori, trasformandosi da spettatori passivi del sapere a comunità di ricerca dove ognuno, personalmente, contribuisce alla costruzione della conoscenza. La filosofia diventa, quindi, indagine attiva e cooperativa permettendo di acquisire competenze logico-argomentative, capacità astrattive e creative e abilità etico-relazionali.

In un mondo sempre più polarizzato, il percorso di Filò vuole essere occasione per educare e educarsi al dialogo, strumento essenziale per cogliere la sorprendente complessità del reale, confrontarsi con il punto di vista dell’altr* e attualizzare un modello di conoscenza cooperativa.
All’interno dei vari workshop le pratiche filosofiche si ibridano con altre forme di sapere e di saper fare: dal teatro alla musica, dall’arte alle prospettive di genere…
L’interdisciplinarità del percorso non è allora una parola “vuota”, ma il serio tentativo di mettersi in viaggio verso prospettive diverse, esplorarle, accoglierle e comprenderle, per conoscersi meglio e di più, per allenarsi a pensare criticamente e creativamente, per ritrovare il piacere del confronto con l’aiuto della filosofia come educazione al dialogo.

Il corso ha un’impostazione fortemente laboratoriale e basa la propria metodologia sull’active learning: alle lezioni teoriche seguono sempre esercitazioni, sessioni di dialogo filosofico, momenti di scambio e di confronto. Si lavorerà spesso in piccoli gruppi per favorire un coinvolgimento il più attivo possibile.
Il percorso mira, dunque, ad essere un’occasione formativa in cui saranno offerti strumenti, competenze e metodologie didattiche innovative per creare laboratori nei propri contesti di riferimento. Ma è anche un’occasione per vivere un’esperienza umana trasformativa, mettersi in gioco e sperimentare diverse modalità per dialogare e interagire con ciò che è altro da noi.

A chi è rivolto?
Il corso si rivolge ad insegnanti, educatori, studenti, operatori del settore, genitori e a tutti gli interessati.

Il programma del corso

Sabato 4 Febbraio: “Il dialogo filosofico. Come la filosofia può insegnarci a dialogare”.
con Filò. Il filo del pensiero
Sala meeting, DumBO, Via C. Casarini, 19, 40131, Bologna
Dalle 10:00 alle 18:00

Sabato 25 febbraio: “Filosofia, arte e albi illustrati. In dialogo con le grandi domande filosofiche negli albi illustrati”.
con Cunegunde
Sala meeting, DumBO, Via C. Casarini, 19, 40131, Bologna
Dalle 10:00 alle 18:00

Sabato 11 marzo: “Filosofia e teatro. Il linguaggio teatrale per dare corpo al dialogo filosofico”.
con Teatro testoni Ragazzi
Sala meeting, DumBO, Via C. Casarini, 19, 40131, Bologna
Dalle 10:00 alle 18:00

Sabato 1 aprile: “Filosofia e interculturalità. Sentieri per incontrarsi attraverso il dialogo”.
con Cantieri Meticci
Sala meeting, DumBO, Via C. Casarini, 19, 40131, Bologna
Dalle 10:00 alle 18:00

Sabato 20 Maggio: “Filosofia e prospettive di genere. Il dialogo nell’educazione alle differenze”.
Con Cassero LGBTI+ CENTER
Cassero LGBTI+ Center, Via Don Giovanni Minzoni, 18, 40121 Bologna BO
Dalle 10:00 alle 18:00

Sabato 17 giugno: “Filosofia e musica. Dialogo e improvvisazione musicale per ascoltare e ascoltarsi”.
Con Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna
Sala meeting, DumBO, Via C. Casarini, 19, 40131, Bologna
Dalle 10:00 alle 18:00

Sabato 23 settembre: “Filosofia e disabilità. Il dialogo come strumento di conoscenza e consapevolezza”.
con cooperativa AccaParlante
Via Luigi Pirandello, 24, 40127 Bologna BO
Dalle 10:00 alle 18:00

Domenica 15 Ottobre: “Filosofia tra Oriente e Occidente. Il dialogo filosofico come ponte tra culture e pratiche”.
con Asia
Via Riva di Reno, 124, 40121 Bologna BO
Dalle 10:00 alle 18:00

Filò – Il filo del pensiero è un’associazione di promozione sociale, nata nel 2018 dal progetto di ricerca FarFilò (Unibo), il cui gruppo operativo è costituito da filosofi e formatori. I componenti di Filò sono anche membri di ΑΙΩΝ / AIÓN – Filosofia e Didattica, Gruppo di Ricerca dell’Università di Bologna che collabora con l’associazione e si occupa della supervisione scientifica dei suoi progetti. I laboratori e i percorsi di formazione che propone sono rivolti a scuole, enti pubblici, aziende e contesti civici.

Per informazioni e approfondimenti:
Carola Truffelli – Responsabile dipartimento Comunicazione, Eventi – mob. 327 280 8006

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Telegram
Stampa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Carola Truffelli
ID: 371826
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.