Informazione creata ad arte (e cultura)

Viaggi virtuali a Pompei, Ercolano e golfo di Napoli. Andiamo alla scoperta del MAV

Il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano (NA)
MAV
Foto fornite dal MAV

Viaggi virtuali a Pompei, Ercolano e golfo di Napoli. Andiamo alla scoperta del MAV

MAV
Foto fornite dal MAV
Il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano (NA)
A pochi passi dagli scavi archeologici dell’antica Herculaneum sorge il MAV, un centro di cultura e di tecnologia applicata ai Beni Culturali e alla comunicazione, tra i più all’avanguardia in Italia. Al suo interno si trova uno spazio museale unico e straordinario: un percorso virtuale e interattivo dove vivere l’emozione di un sorprendente viaggio a ritroso nel tempo fino a un attimo prima che l’eruzione pliniana del 79 d.C. distruggesse le città romane di Pompei ed Ercolano. Attraverso ricostruzioni scenografiche, interfacce visuali e ologrammi, il visitatore è condotto in una dimensione virtuale, dove sperimentare in modo ludico ed interattivo le nuove opportunità che la tecnologia multimediale offre alla fruizione del patrimonio archeologico. Oltre settanta installazioni multimediali restituiscono vita e splendore alle principali aree archeologiche di Pompei, Ercolano, Baia, Stabia e Capri. Il MAV è un luogo didattico e conoscitivo, dove il reale e l’immaginario si incontrano per dare vita a nuove modalità di apprendimento e di intrattenimento. Il museo sorge in una un’area di 5.000 m.q. su 3 livelli, ubicato nel cuore di Ercolano in prossimità delle principali attrattive turistiche della città: gli scavi archeologici, il famoso mercato vintage di Resina, il Parco Nazionale del Vesuvio e il Miglio d’Oro, il tratto di costa ai piedi del vulcano, lungo il quale sorgono le splendide ville settecentesche, pregevoli esempi del barocco napoletano.

MAV 5.0: Virtual multiReality

Con questa versione il MAV propone uno spazio ancora più “intelligente”, che accoglie il visitatore e lo proietta in una dimensione integralmente digitale, in cui ognuno potrà adattare il proprio percorso di visita, approfondire aspetti specifici, vivere un viaggio nel tempo lasciandosi guidare dagli stimoli che la macchina digitale rilascia lungo il percorso. La parola chiave del MAV 5.0 è interazione con il visitatore al centro dell’esperienza, totalmente autonomo: dalla biglietteria automatizzata alle guide virtuali lungo il percorso e che si materializzano al passaggio, dai contenuti di realtà aumentata visibili sul proprio smartphone alle nuove installazioni i cui contenuti saranno decisi dal visitatore. Un Museo da esplorare, con l’animo di un viaggiatore d’altri tempi proiettato nel futuro. Lungo il percorso, i visitatori potranno utilizzare la Realtà Aumentata (AR) per visualizzare contenuti extra e approfondimenti (filmati, audio, testi, documenti) mediante il proprio smartphone; il nuovo sistema software, denominato “intelligent play”, realizzato per la gestione delle installazioni garantirà che tutti i filmati delle ricostruzioni virtuali saranno visualizzati all’inizio, nuove postazioni con contenuti multimediali saranno disponibili lungo il percorso con audio in italiano e inglese; il nuovo dispositivo iSense consentirà di vivere un’esperienza multisensoriale completamente immersiva.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Emiliano Cecchi
Foto fornite dal MAV
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.