Informazione creata ad arte (e cultura)

Una piattaforma di contenuti in Realtà Virtuale per il patrimonio storico e culturale

Una piattaforma di contenuti in Realtà Virtuale per valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale italiano. Il progetto ha unito l’associazione culturale Scannagallo di Pozzo della Chiana e l’agenzia milanese Impersive che hanno condiviso le rispettive competenze per concretizzare un’innovativa esperienza che permetterà, tramite l’utilizzo di visori, di rivivere i grandi avvenimenti storici trovandosi immersi direttamente nei fatti e nei luoghi narrati. La piattaforma sarà presentata alle 11.00 di martedì 30 gennaio all’Archivio di Stato di Siena, permettendo di provare le nuove esperienze dedicate all’assalto al castello di Marciano della Chiana del 1554 e al patrimonio museale e documentale del Museo delle Biccherne dello stesso Archivio di Stato di Siena.
Foto

Una piattaforma di contenuti in Realtà Virtuale per il patrimonio storico e culturale

Foto
Una piattaforma di contenuti in Realtà Virtuale per valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale italiano. Il progetto ha unito l’associazione culturale Scannagallo di Pozzo della Chiana e l’agenzia milanese Impersive che hanno condiviso le rispettive competenze per concretizzare un’innovativa esperienza che permetterà, tramite l’utilizzo di visori, di rivivere i grandi avvenimenti storici trovandosi immersi direttamente nei fatti e nei luoghi narrati. La piattaforma sarà presentata alle 11.00 di martedì 30 gennaio all’Archivio di Stato di Siena, permettendo di provare le nuove esperienze dedicate all’assalto al castello di Marciano della Chiana del 1554 e al patrimonio museale e documentale del Museo delle Biccherne dello stesso Archivio di Stato di Siena.

Una piattaforma di contenuti in Realtà Virtuale per valorizzare il patrimonio storico, artistico e culturale italiano. Il progetto ha unito l’associazione culturale Scannagallo di Pozzo della Chiana e l’agenzia milanese Impersive che hanno condiviso le rispettive competenze per concretizzare un’innovativa esperienza che permetterà, tramite l’utilizzo di visori, di rivivere i grandi avvenimenti storici trovandosi immersi direttamente nei fatti e nei luoghi narrati. La piattaforma sarà presentata a istituzioni, enti, associazioni e, in generale, interessati dalle 11.00 di martedì 30 gennaio all’Archivio di Stato di Siena con la presenza, tra gli altri, di Gionata Salvietti (assessore del Comune di Marciano della Chiana), Guido Geminiani (amministratore delegato di Impersive) e Alessio Bandini (responsabile degli eventi di Scannagallo).
Il progetto, finanziato con bando TOCC – Transizione digitale Organismi Culturali e Creativi del Ministero della Cultura rivolto alle imprese culturali, è dedicato alla narrazione delle fonti documentarie attraverso la realtà immersiva e virtuale negli ambienti ricostruiti da Scannagallo. L’appuntamento del 30 gennaio sarà l’occasione per provare le nuove esperienze dedicate all’assalto al castello di Marciano della Chiana del 1554 e al patrimonio museale e documentale del Museo delle Biccherne dell’Archivio di Stato di Siena, oltre che per rivedere i primi contenuti realizzati sulla battaglia di Scannagallo e per presentare la prossima realizzazione sulla Giostra dell’Archidado di Cortona. Per questa occasione, i contenuti saranno fruibili per i partecipanti grazie ai visori che saranno poi disponibili in ciascuna delle tappe coinvolte dal progetto: Marciano della Chiana, Siena e Cortona. «La Realtà Virtuale – spiega Bandini, – permette di creare contenuti con cui rivivere i grandi avvenimenti storici del nostro Paese dal punto di vista dei protagonisti. Il progetto farà vivere un’esperienza immersiva, multisensoriale e tridimensionale dove gli utenti vengono trasportati direttamente all’interno dei fatti raccontati e dei luoghi visitati per un reale incontro con la storia, con una tecnologia estendibile al servizio del patrimonio culturale italiano e delle rievocazioni storiche. Dai visori disponibili tra Marciano della Chiana, Siena e Cortona sarà possibile vedere tutti i contenuti del progetto e aggiungere progressivamente ulteriori contenuti rievocativi e di valorizzazione culturale, andando così a fornire una fruizione della storia sempre più ampia e integrata».

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Marco Cavini
ID: 390942
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.