Informazione creata ad arte (e cultura)

Un seminario sulla poesia di Lorenzo il Magnifico all’Ecomuseo di Raggiolo

Un seminario per approfondire l’originalità e la creatività della poesia di Lorenzo il Magnifico. Sabato 16 marzo, alle 16.30, l’Ecomuseo della Castagna e della Transumanza di Raggiolo ospiterà il quarto incontro della rassegna di scienze dell’antichità dal titolo “Mondo Antico 2024: Umanesimo e Rinascimento” che sta facendo tappa in più località del Casentino con la partecipazione di docenti universitari, giovani studiosi e esperti di storia locale per accompagnare alla scoperta dei fasti del passato della Toscana.
Foto

Un seminario sulla poesia di Lorenzo il Magnifico all’Ecomuseo di Raggiolo

Foto
Un seminario per approfondire l’originalità e la creatività della poesia di Lorenzo il Magnifico. Sabato 16 marzo, alle 16.30, l’Ecomuseo della Castagna e della Transumanza di Raggiolo ospiterà il quarto incontro della rassegna di scienze dell’antichità dal titolo “Mondo Antico 2024: Umanesimo e Rinascimento” che sta facendo tappa in più località del Casentino con la partecipazione di docenti universitari, giovani studiosi e esperti di storia locale per accompagnare alla scoperta dei fasti del passato della Toscana.

L’iniziativa, a partecipazione libera e gratuita, è promossa dall’Unione dei Comuni Montani del Casentino con il coordinamento dell’Ecomuseo del Casentino, con il patrocinio dei Comuni della vallata e con la collaborazione delle associazioni locali per garantire uno stretto legame con territori e comunità. In quest’ottica, l’appuntamento del 16 marzo conterà sul coinvolgimento della Brigata di Raggiolo.

“La poesia di Lorenzo il Magnifico tra Umanesimo e Carnevale” è il titolo dell’incontro di Raggiolo che farà affidamento sull’intervento del professor Lorenzo Bastida, docente di lingua e letteratura italiana e francese all’Università di Firenze. Il pomeriggio accompagnerà alla scoperta della proverbiale versatilità dell’ingegno di Lorenzo de’ Medici che, signore di Firenze dal 1469 al 1492, ha affiancato il genio politico all’interesse per la filosofia, l’arte, la letteratura e la scrittura, risultando tra le più significative personalità del Rinascimento. Nel ripercorrere i momenti chiavi della sua produzione poetica, la relazione del professor Bastida racconterà la figura di questo principe umanista e si focalizzerà anche sull’unione di elementi eruditi e popolareggianti dove risiede la sua profonda originalità. L’incontro sarà anche un’occasione per visitare e conoscere l’Ecomuseo della Castagna e della Transumanza e terminerà con un aperitivo offerto dalla Brigata di Raggiolo.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare il numero 366/59.80.544.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Marco Cavini
ID: 393807
Licenza di distribuzione:
Picture of Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.