Informazione creata ad arte (e cultura)

Travel Stories Award, il 13 maggio al Salone del Libro di Torino

Saranno premiati Andrea Baccuini, Simona Cortopassi, Franz Rossi e Denis Falconieri, vincitori del Premio Gist dedicato ai diversi linguaggi del viaggio
fonte ufficio stampa
Photo credits: fonte ufficio stampa

Travel Stories Award, il 13 maggio al Salone del Libro di Torino

fonte ufficio stampa
Photo credits: fonte ufficio stampa
Saranno premiati Andrea Baccuini, Simona Cortopassi, Franz Rossi e Denis Falconieri, vincitori del Premio Gist dedicato ai diversi linguaggi del viaggio

Tatto, udito e vista: sono queste le tre categorie del Premio Letterario GIST “Travel Stories Award” che sarà consegnato il prossimo 13 maggio all’interno della XXXVI edizione del Salone del Libro di Torino (Sala Magenta, Lingotto Fiere, ore 15).

Come negli anni precedenti, numerose le candidature arrivate da parte di scrittori di viaggio, giornalisti, creator e professionisti del travel telling, a conferma del fermento che caratterizza il mondo del turismo. La giuria – presieduta da Cinzia Galletto (delegato GIST Piemonte) e composta dai giornalisti GIST Dario Bragaglia, Maurizio DiMaggio (vicedelegato GIST Piemonte), Cristiana Gattoni, Manuela Lenoci, Piera Genta, Gisella Motta, Elisabetta Pina, Carmen Rolle e Carola Vai – ha lavorato come di consueto per individuare i lavori ritenuti più attuali, curiosi, meritevoli.

Il 13 maggio saranno premiati i tre vincitori, uno per ciascuno categoria in cui è suddiviso il premio: a cominciare dall’imprenditore e destination designer Andrea Baccuini per il tatto, con il suo libro Io sono Turismo (Gribaudo 2023); a seguire la giornalista Simona Cortopassi per la vista – categoria che include il mondo dei social media, dei blog e della tv – per il suo progetto The Good Nighter; infine Franz Rossi e Denis Falconieri per l’udito – ovvero il racconto di viaggio realizzato attraverso podcast, radio o produzioni musicali – per il loro podcast Passaggi a Nord Ovest.

Giunto alla sua quarta edizione, il premio GIST si colloca nella kermesse letteraria torinese arricchendola con un momento di riflessione sul viaggio e sulla narrazione turistica: libri, progetti web e podcast che possono aiutare a immaginare dei viaggi e, in un futuro, a concretizzarli, come vuole il tema “Vita Immaginaria” che è il motivo ispiratore del Salone Internazionale del Libro 2024.

La premiazione, alla presenza della giuria e della Presidente GIST Sabrina Talarico, sarà anche un momento di confronto sull’evoluzione dei linguaggi del turismo.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Mariella Belloni
Photo credits: fonte ufficio stampa
ID: 396290
Licenza di distribuzione:
Picture of Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.