Informazione creata ad arte (e cultura)

“Transformers: Il risveglio”, il Settimo Film della Saga Firmata Paramount Pictures è Ambientato in Perù

L’importante produzione ha scelto alcuni luoghi iconici del Perù per realizzare il film di fantascienza che è stato girato l’anno scorso tra fine settembre e novembre, come la città di Cusco, Tarapoto e l’iconica cittadella di Machupicchu.
Promperu
Photo credits: Promperu

“Transformers: Il risveglio”, il Settimo Film della Saga Firmata Paramount Pictures è Ambientato in Perù

Promperu
Photo credits: Promperu
L’importante produzione ha scelto alcuni luoghi iconici del Perù per realizzare il film di fantascienza che è stato girato l’anno scorso tra fine settembre e novembre, come la città di Cusco, Tarapoto e l’iconica cittadella di Machupicchu.

Venerdì 9 giugno 2023 uscirà nelle sale cinematografiche italiane il nuovo film “Transformers: Il risveglio”. Ambientato negli anni ’90, il settimo capitolo della saga Transformers ha come protagonisti Anthony Ramos e Dominique Fishback, che guidano una squadra militare e di ricerca che si trova coinvolta nel conflitto tra gli Autobot e i cattivi Decepticon sulla Terra.

Steven Caple Jr ha scelto il Perù come cornice di questa affascinante storia: “Come regista, trovo davvero stimolante immergere il nostro film nella cultura peruviana e girare a Cusco, situata nel cuore delle Ande, dove è possibile trovare tracce di una sofisticata civiltà Inca che è sopravvissuta nel tempo e continua a essere viva nelle comunità della regione”.

Caple Jr., a proposito delle riprese in Perù, ha aggiunto: “Girare Transformers: Il risveglio a Machupicchu è stato un grande privilegio. Il nostro obiettivo è stato cercare di evocare la connessione spirituale che chiunque sente quando si trova in luoghi sacri come questo e apprezzare ciò che è stato raggiunto da questa grande civiltà. È anche una nostra responsabilità non sminuire la storia, ed è per questo che stiamo lavorando duramente per mantenere la parte storica separata dalle narrazioni di fantasia che stiamo alimentando”.

Per chi volesse ripercorrere i luoghi di Transformer 7, ecco alcuni luoghi chiave da non perdere:

La foresta della Regione di San Martin
Situata a Nord del paese, la foresta di San Martin include luoghi come Alto Shilcayo, ideale per gli amanti della natura, gli escursionisti e gli appassionati di birdwatching alla ricerca di nuovi paesaggi e siti naturali unici, e le Cascadas La Unión: due piccole cascate che cadono su rocce naturali formando un’ampia vasca di acque calde, nel mezzo di un paesaggio verde intenso. Il film ha toccato anche luoghi come il distretto di Shapaja, che prende il nome dalla palma chiamata “Shapaja” di cui questa zona tropicale abbonda, e la Catarata Ahuashiyacu: in lingua quechua-lamista, il nome di questa cascata alta 40 metri significa “acqua che canta” o “acqua che ride”, ed è una delle attrazioni più visitate di questa regione.

Le Ande sudorientali: la regione di Cusco
Da molti definita la capitale archeologica d’America, l’antica città di Cusco era organizzata e costruita a forma di puma, con la testa situata a Saqsaywaman, un edificio probabilmente utilizzato per scopi militari per la cui costruzione sono state utilizzate pietre alte più di 5 metri e pesanti 120 tonnellate. Al giorno d’oggi, l’architettura del centro città di Cusco è prevalentemente di tipo coloniale spagnolo con edifici che si ergono sopra la città vecchia in pietra, con un risultato mozzafiato.

Ma non è solo la capitale di questa regione a incantare i visitatori di tutto il mondo: il distretto di Chinchero si distingue per i suoi diversi centri tessili, dove è possibile assistere alla lavorazione artigianale dei suoi famosi tessuti realizzati con fibre e tinture naturali, e ospita il Parco Archeologico di Chinchero, un luogo dove terrazze, muri e fondamenta in pietra testimoniano l’esistenza del palazzo dell’imperatore Tupac Inka Yupanqui. E ancora, a poco più di 6 chilometri dalla città di Maras, è annidato uno dei più grandi centri di estrazione del sale di origine preispanica: una distesa di 5.000 vasche di sale terrazzate incanta con il suo bianco intenso incastonato nei ripidi pendii della valle.
Il viaggio tra i luoghi di Transformer 7 prosegue con il complesso archeologico di Wiñayhuayna, il cui nome significa “per sempre giovane” in lingua quechua: un luogo difficile da raggiungere – sono necessari dai 2 ai 4 giorni di cammino attraverso il Sentiero Inka – ma la cui maestosa bellezza ripaga di tutta la fatica e Abra Málaga, un’area di conservazione privata creata per preservare la foresta locale di Polylepis, l’albero da fiore più alto del mondo, che prospera fino a 5000 metri di altezza.

E infine, Machupicchu, una delle più sorprendenti Nuove 7 Meraviglie del Mondo. Questo luogo è forse il miglior esempio di come l’uomo possa costruire un gigantesco complesso pietroso nel mezzo di un paesaggio paradisiaco rispettando l’armonia naturale con un risultato davvero commovente, sul grande schermo e ancora di più dal vivo.

Film in Perù
Film in Perù è la strategia di PROMPERÚ per promuovere il Paese come destinazione cinematografica, facendo conoscere l’identità e l’immagine del Paese.

Il Perù offre un’incredibile geografia e una vasta cultura che lo rendono una destinazione con innumerevoli location e ambientazioni diverse in cui si possono raccontare storie di ogni tipo. Il Perù è storia, natura, cultura e avventura.

Inoltre, il paese vanta un crogiolo di etnie e culture vive con manifestazioni tradizionali dai colori vibranti e un ricco folklore che fonde musica, danze e celebrazioni rimaste nel tempo. Inoltre, il Perù è rinomato per la sua variegata gastronomia. Il risultato della fusione di climi, culture, colori e sapori – dalla costa alla Cordigliera e dalle Ande all’Amazzonia – rende indimenticabile l’esperienza delle riprese in Perù.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Global Tourist
Photo credits: Promperu
ID: 378632
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.