Informazione creata ad arte (e cultura)

“This Masquerade” di Leon Russell, torna in auge con il trombettista Calogero Barino

Barino fa rivivere Russell, con la propria incalzante e ritmica interpretazione nello stile Smoot jazz e Leggero, tenendo intatto il brano originale e al contempo rendendolo più vicino al panorama musicale attuale.
Foto

“This Masquerade” di Leon Russell, torna in auge con il trombettista Calogero Barino

Foto
Barino fa rivivere Russell, con la propria incalzante e ritmica interpretazione nello stile Smoot jazz e Leggero, tenendo intatto il brano originale e al contempo rendendolo più vicino al panorama musicale attuale.

Calogero Barino reinterpreta con la sua tromba “This Masquerade”, brano composto da Leon Russell.

La versione di maggior successo è stata eseguita da George Benson nel 1976 ed è stata l’unica registrazione vocale dell’album Breezin’. La versione singola di This Masquerade ha raggiunto la Billboard Hot 100 diventando così una top ten ed ha vinto il Grammy Award for Record of the Year 1977.

«Ho scelto il brano di Leon Russell – dichiara l’artista – eseguito alla Tromba equipaggiata con sordina Harmon, perchè è molto orecchiabile e ascoltandolo ti trasporta in un’altra dimensione».

Barino fa rivivere Russell, con la propria incalzante e ritmica interpretazione nello stile Smoot jazz e Leggero, tenendo intatto il brano originale e al contempo rendendolo più vicino al panorama musicale attuale.

CENNI BIOGRAFICI
L’artista nasce 53 anni fa a Pietraperzia, un paesino nella provincia di Enna, in Sicilia.

All’età di 13 anni inizia lo studio della tromba ed entra a far parte della banda del paese.

Sin da subito si intravede il suo talento e la passione per questo strumento, passando, dopo qualche mese, alla prima tromba solista.

Anno dopo anno si specializza nella musica leggera suonando in vari gruppi musicali e sempre nelle bande dei paesi limitrofi.

Per un lungo periodo abbandona l’attività musicale per dedicarsi alla famiglia, ma nel cuore resta sempre quel sogno spezzato, la tromba, che non ha mai potuto realizzare.

Da circa due anni ha ripreso le attività musicali, sfruttando i social e pubblicando le proprie registrazioni di brani melodici e famosi, attirando a sé un cospicuo numero di fans virtuali ma reali allo stesso tempo.

Conclude la sua presentazione citando una frase di George Eliot: «Non è mai troppo tardi per essere ciò che avresti voluto essere».



Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Sara Mattera
ID: 377397
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.