Informazione creata ad arte (e cultura)

TAORMINA ARTE: le schermaglie poetiche d’amore tra Pietrangelo Buttafuoco e Beatrice Venezi

Venerdì 28 luglio 2023 – Ore 21:00 a Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, Via De Spuches – Taormina
fonte taorminaarte.org
Photo credits: fonte taorminaarte.org

TAORMINA ARTE: le schermaglie poetiche d’amore tra Pietrangelo Buttafuoco e Beatrice Venezi

fonte taorminaarte.org
Photo credits: fonte taorminaarte.org
Venerdì 28 luglio 2023 – Ore 21:00 a Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, Via De Spuches – Taormina

Due affermati personaggi del mondo della cultura italiana, un direttore d’orchestra e uno scrittore, si incontrano, passeggiano e improvvisamente disquisiscono d’amore a colpi di versi. Dall’amicizia, collaborazione e fantasia creativa di Beatrice Venezi e Pietrangelo Buttafuoco nasce un reading secondo gli stilemi della singolar tenzone duecentesca. Uno spettacolo di parole e poesia che recupera una significativa memoria letteraria, dalle origini ai giorni nostri, tramite un format “verso contro verso” incentrato sulle infinite sfumature del più nobile dei sentimenti. Questo è Dichiarazioni d’amore. Schermaglie in punto di poesia, in scena al Palazzo dei Duchi di Santo Stefano di Taormina venerdì 28 luglio, alle ore 21:30, nell’ambito del festival Taormina Arte. Uno spettacolo che avrà luogo “una volta sola” – come tengono a sottolineare gli interpreti – senza repliche dunque, dedicato al pubblico con e senza anima gemella, per risvegliare la bellezza dell’animo innamorato attraverso la declamazione di alcuni dei più arditi e appassionati autori del genere. Beatrice Venezi e Pietrangelo Buttafuoco hanno infatti scelto un repertorio che comprende nomi come Dino Campana, Sivilla Aleramo, Ibn Hamdis, Catullo, Manlio Sgalambro, Gesualdo Bufalino, Sergio Claudio Perroni, Ibn Al-Tūbī con un finale, intimamente al buio, dedicato alla riproposizione congiunta del dialogo di Cyrano de Bergerac con Roxane. A spezzare il ritmo dei due astanti in combattimento amoroso saranno le note di Etta Scollo, della quale verrà riproposta la versione musicale di una significativa poesia siciliana dell’anno Mille, Un solo bacio, contenuta nell’antologia dei poeti a cura di Francesca Corrao.

I biglietti dell’evento sono disponibili sul circuito Box Office Sicilia o direttamente al botteghino del Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, la sera stessa, a partire dalle ore 19:30.

Pietrangelo Buttafuoco è uno scrittore italiano. Nel 1998, già collaboratore de “Il Foglio”, debutta in televisione conducendo per due stagioni su Canale5 il programma “Sali e tabacchi”. Nel 2005 la sua prima opera di narrativa “Le uova del drago”, ottiene un ottimo riscontro dalla critica e finisce tra i finalisti del Premio Campiello. Dopo i romanzi L’ultima del Diavolo e Il lupo e la luna Buttafuoco torna in televisione per condurre su Rai 5 il programma “Questa non è una pipa”. A partire dal 2015 mentre su La7 – dove con Alessandra Sardoni ha condotto la stagione estiva di “Otto e Mezzo” – firma la trasmissione “Giarabub”, un rotocalco culturale, e lavora a La notte tu mi fai impazzire, un libro su Agostino Tassi, lo stupratore di Artemisia Gentileschi. Scrive e realizza i “Salamini” per Giovanni Minoli, prima a Radio24, poi a RaiRadio1. Sue opere teatrali sono Il Dolore pazzo dell’amore e Il Diavolo di Sant’Antonio con Mario Incudine e Antonio Vasta, quindi due versioni de Il lupo e la luna, la prima con la regia di Giuseppe Dipasquale, la seconda nella trasposizione teatrale di Valentino Picone, con Salvo Piparo e Lello Analfino e, infine, il monologo Da Naso a Naso: da Cyrano dei Bergerac a Pinocchio, metafisica della bugia. L’ultimo suo libro è Beato lui, panegirico dell’arcitaliano Silvio Berlusconi.

Beatrice Venezi Ha studiato al liceo artistico di Lucca. Si è diplomata in pianoforte nel 2010 sotto la guida di Norberto Capelli all’Istituto Superiore di Studi Musicali Rinaldo Franci di Siena, frequentando alcune masterclass d’interpretazione pianistica con Andrea Lucchesini, Pietro De Maria e Vincenzo Balzani, e in direzione d’orchestra al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano con Vittorio Parisi nel 2015, dopo aver studiato anche con Piero Bellugi.

Ha ottenuto il primo successo pubblico al Lucca Summer Festival del 2018 in occasione del 160º anniversario della nascita di Puccini. È stata assistente direttore dell’Armenian State Youth Symphony Orchestra, direttore principale ospite dall’Orchestra della Toscana e direttore principale dell’Orchestra da Camera Milano Classica.

Nel novembre 2014 si è esibita per la prima volta con la Nuova Orchestra Scarlatti Young di Napoli (sezione junior da 11 a 18 anni, young da 18 a 28 anni e amatoriale). Sono seguiti numerosi altri concerti fino a che nel 2016 è stata nominata Direttore Principale.

Nel 2017 è stata segnalata dal “Corriere della Sera” fra le 50 donne più creative dell’anno. L’anno successivo è stata selezionata dalla rivista Forbes Italia fra i 100 leader del futuro under 30. Nel marzo 2021 è ospite al Festival di Sanremo, dove affianca il presentatore Amadeus nella conduzione della quarta serata ; l’anno successivo viene nominata dalla Regione Siciliana direttore artistico della Fondazione Taormina Arte .

Il 17 novembre 2022 è stata nominata consigliere per la musica dal Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

Per UTET ha pubblicato l’autobiografia Allegro con fuoco. Innamorarsi della musica classica (2019), Le sorelle di Mozart. Storie di interpreti dimenticate, compositrici geniali e musiciste ribelli (2020) e L’ora di musica. Invito alla bellezza e all’armonia (2022).

Sito ufficiale: https://taorminaarte.org/

Biglietti in vendita sul circuito BoxOfficeSicilia

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Mariella Belloni
Photo credits: fonte taorminaarte.org
ID: 381387
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.