Informazione creata ad arte (e cultura)

Storia, teatro e cultura unite in “1554 – Assedio al Castello di Marciano”

Il fascino e le suggestioni del Rinascimento rivivono a Marciano della Chiana con un’innovativa rievocazione storica teatralizzata. Sabato 29 e domenica 30 luglio è in programma “1554 – Assedio al Castello di Marciano” che, organizzato dall’associazione culturale Scannagallo, si svilupperà attraverso due giornate ricche di iniziative per tutte le età in cui sarà proposto un vero e proprio viaggio indietro nei secoli. Decine di rievocatori animeranno il borgo della Valdichiana e coinvolgeranno i visitatori in un’esperienza tra storia, teatro e cultura per ricordare i fatti avvenuti a Marciano della Chiana nell’estate del 1554 a poche ore dalla celebre battaglia di Scannagallo tra gli eserciti ispano-fiorentini e franco-senesi.
Foto

Storia, teatro e cultura unite in “1554 – Assedio al Castello di Marciano”

Foto
Il fascino e le suggestioni del Rinascimento rivivono a Marciano della Chiana con un’innovativa rievocazione storica teatralizzata. Sabato 29 e domenica 30 luglio è in programma “1554 – Assedio al Castello di Marciano” che, organizzato dall’associazione culturale Scannagallo, si svilupperà attraverso due giornate ricche di iniziative per tutte le età in cui sarà proposto un vero e proprio viaggio indietro nei secoli. Decine di rievocatori animeranno il borgo della Valdichiana e coinvolgeranno i visitatori in un’esperienza tra storia, teatro e cultura per ricordare i fatti avvenuti a Marciano della Chiana nell’estate del 1554 a poche ore dalla celebre battaglia di Scannagallo tra gli eserciti ispano-fiorentini e franco-senesi.

L’evento è inserito all’interno di un programma di iniziative rievocative che proseguiranno mercoledì 2 agosto con le Celebrazioni al Tempio di Santo Stefano alla Vittoria di Pozzo della Chiana.

Il fine settimana, a partecipazione libera e gratuita, troverà il proprio clou alle 21.30 del 29 luglio quando sarà messa in scena la prima rievocazione teatralizzata volta a raccontare l’assedio e la riconquista del castello da parte delle truppe medicee guidate da Cosimo I che, con la vittoria finale, gettò le basi per la futura costituzione del Granducato di Toscana. La grande novità sarà rappresentata dall’inedita unione tra la componente storica e la componente recitativa, con vicende e personaggi che verranno interpretati dalle compagnie d’arme di Scannagallo di Pozzo della Chiana, Giovanni dalle Bande Nere di Firenze, Aper Labronicus di Livorno, Aquila Bianca di Modena, dal gruppo storico della pro-loco di Monte San Savino e dalla compagnia di teatro storico Historia dell’associazione Artedaparte. Questo momento sarà anticipato alle 18.00, direttamente nella torre di Marciano della Chiana, dal convegno “Scherma occidentale verso Scherma orientale” con un confronto tra i grandi maestri della cultura giapponese e gli insegnanti delle scuole italiane del Rinascimento per condividere e riscoprire l’arte della guerra attraverso l’indagine dei trattati marziali e la dimostrazione pratica delle tecniche di combattimento del sedicesimo secolo. Tra i protagonisti di questo momento, Elia Herbst (insegnante di scherma storica nella Sala d’Arme “Achille Marozzo” di Firenze) e Enrico Possieri (allenatore di Kendo, Iaido e Shihan della Ichi Gi Do Bujutsu Cortona Dojo) si alterneranno ai rievocatori delle compagnie storiche.

Patrocinato da Regione Toscana, Provincia di Arezzo e Comuni di Marciano della Chiana e Foiano della Chiana, “1554 – Assedio al Castello di Marciano” proseguirà poi dalle 17.00 del 30 luglio tra le vie e le piazze del borgo che ospiteranno una ricostruzione della vita al castello. I rievocatori proporranno danze, scherma, addestramento con picche e vestizione con armature, inoltre sarà possibile scoprire gli ambienti della torre visitando l’esposizione dedicata a Scannagallo e indossando il tecnologico visore che trasporterà direttamente sul campo di battaglia con un’esperienza immersiva, multisensoriale e tridimensionale. Entrambe le giornate saranno arricchite da una “Caccia al tesoro fotografica” con un gioco che, tra immagini e indizi, è stato ideato per regalare a grandi e piccoli un’ulteriore occasione di divertimento tra le vie del paese, e dalla possibilità di cenare con le specialità locali ai punti-ristoro con il ricavato che sarà destinato all’ampliamento delle dotazioni dell’associazione Avis Pubblica Assistenza di Marciano.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Marco Cavini
ID: 381210
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.