Informazione creata ad arte (e cultura)

Sonia Sacrato presenta “L’enigma del Gatto” al Covo della Ladra

Domani, 4 ottobre, Sonia Sacrato sarà ospite della libreria “Covo della Ladra” per la prima de “L’enigma del gatto”, iDobloni Enigmi edizioni.
Foto

Sonia Sacrato presenta “L’enigma del Gatto” al Covo della Ladra

Foto
Domani, 4 ottobre, Sonia Sacrato sarà ospite della libreria “Covo della Ladra” per la prima de “L’enigma del gatto”, iDobloni Enigmi edizioni.

Domani, 4 ottobre 2023, la casa editrice iDobloni inaugura la sua nuova collana di narrativa crime contemporanea, con una presentazione in prima nazionale de “L’enigma del Gatto” di Sonia Sacrato.
Lo fa organizzando una festa, e una presentazione, per tutti i lettori, presso la libreria Covo della Ladra, da cui ha preso le prime mosse proprio come casa editrice.

“L’enigma del gatto” è il terzo capitolo che completa la trilogia che vede come protagonista Cloe Damiani, professoressa di storia dell’arte dark e fuori dagli schemi e il suo gatto Pablo, intelligente e perspicace. Un giallo che porta il lettore in una narrazione incalzante e appassionata, ma che non elude tematiche molto forti ed estremamente attuali, come la discriminazione e la violenza sulle donne.

Domani, mercoledì 4 ottobre, dalle 19:00, l’autrice sarà presente alla libreria Covo della Ladra per incontrare i lettori. Ad intervistarla il giornalista e scrittore Roberto Pegorini, mentre saranno ospiti della serata anche il direttivo dell’Associazione Progetto Aisha, impegnata nella tutela delle donne vittime di violenza. Una parte dei ricavati delle vendite del romanzo, infatti, saranno devoluti all’associazione.

—————————–

Un pensiero condiviso
di Mariana Marenghi

Quando Sonia ha chiamato in casa editrice, non credevamo a quanto ci stava chiedendo. Un’autrice di una grande Casa editrice ci chiedeva di pubblicare il suo nuovo romanzo. E ce lo chiedeva perché le condizioni erano cambiate e perché voleva dare fiducia a una piccola realtà che lavorava con passione. Da quella chiacchierata, ho ripensato molte volte alle sue parole perché sapevo che, per molti, passare da una major a una piccola indipendente, poteva voler dire la ricerca di un ripiego, di una soluzione minoritaria. E invece, il ragionamento di Sonia ci riportava proprio alle origini de iDobloni, al motivo che, quasi due anni fa, ci spinse a intraprendere questo percorso: il desiderio di prendersi cura di un libro, della sua trama, dei suoi messaggi e, infine, della sua autrice o autore. Non solo un “prodotto”, ma quello che da librai – e da lettori – viviamo tutti i giorni custodendo trame e inseguendo orizzonti nuovi. E vi sto raccontando tutto questo perché l’emozione legata al nostro primo Enigma è davvero tanta e, forse, è anche un po’ un banco di prova. Saremo abbastanza?

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Mariana Marenghi
ID: 384218
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.