Informazione creata ad arte (e cultura)

La nuova canzone di Simone Riva, “La Ciappana”, basata su una bibita immaginaria che produce allegria e vuole portare sollievo anche agli alluvionati dell’Emilia Romagna

Per l’autore e cantante, più noto con il soprannome di “Turista Spazzino” per l’attività di volontariato ecologico che svolge in Lombardia e sulle sponde del mare Adriatico, è il quinto brano inciso. Gli arrangiamenti sono a cura del musicista Nicola Ursino.
Foto

La nuova canzone di Simone Riva, “La Ciappana”, basata su una bibita immaginaria che produce allegria e vuole portare sollievo anche agli alluvionati dell’Emilia Romagna

Foto
Per l’autore e cantante, più noto con il soprannome di “Turista Spazzino” per l’attività di volontariato ecologico che svolge in Lombardia e sulle sponde del mare Adriatico, è il quinto brano inciso. Gli arrangiamenti sono a cura del musicista Nicola Ursino.

È dalla fervida immaginazione di Simone Riva, in cui fantasia e realtà si mescolano e si confondono, che ha origine la nuova canzone “La Ciappana”, attraverso cui l’autore e cantante vuole far riassaporare il gusto della bella stagione ormai fuori periodo.

Il brano, uscito oggi su tutte le principali piattaforme musicali, simboleggia uno scampolo d’estate nel bel mezzo dell’autunno ricreando l’atmosfera del sole e dell’ombrellone e di conseguenza rievocando sentimenti positivi, come la gioia e la vitalità, anche nelle giornate uggiose e cupe. “La Ciappana”, che dà il titolo alla canzone, è una bibita appartenente all’universo onirico che non ha alcuna corrispondenza nel mondo reale, almeno in apparenza. Eppure il testo semplice, con qualche parola inventata di sana pianta per scombinare un po’ i classici equilibri stilistici, e un sound ritmato da discoteca con innumerevoli effetti sonori, hanno un effetto travolgente e concreto su chi ascolta: diffondono allegria.

«Dentro di me è rimasto un granello dell’estate che non intendo lasciare andare – dichiara Simone Riva – “La ciappana” ha origine da questa mia voglia di riportare il sole in chiunque la ascolti, di togliere il broncio alle persone e a invitarle a lasciarsi andare, a sorvolare un po’ sui problemi quotidiani e a godersi ogni momento della propria vita. La mia bibita immaginaria è per tutti, adulti e bambini! In più passaggi – aggiunge – viene citata la Romagna, terra a cui sono affezionato perché vi trascorro le vacanze estive fin da quando ero bambino. Alla popolazione dell’Emilia Romagna, duramente colpita dall’alluvione dello scorso maggio, dedico questa canzone perché possa riportare il sorriso».

“La Ciappana” è un’opera di Simone Riva, nei testi e nella melodia, con gli arrangiamenti del musicista Nicola Ursino.

Per Simone Riva, noto a livello mediatico per le sue prodezze ambientali e per le bonifiche degli spazi verdi dai rifiuti abbandonati sia in Lombardia che sulla riviera adriatica, è la quinta prova musicale con cui si misura.



Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Maurizio Zanoni
ID: 387354
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.