Informazione creata ad arte (e cultura)

Selezionati i 9 finalisti di GugArt3 il bando per giovani artisti di Guido Gobino: oltre 200 le candidature

Al via dal 26 febbraio al 1° marzo le “Residenze d’Arte” in azienda.

Selezionati i 9 finalisti di GugArt3 il bando per giovani artisti di Guido Gobino: oltre 200 le candidature

Al via dal 26 febbraio al 1° marzo le “Residenze d’Arte” in azienda.

Torino, 15 gennaio 2024. Sono 9 i finalisti del bando culturale GugArt3, promosso e ideato dall’azienda cioccolatiera torinese Guido Gobino, che quest’anno festeggia 60 anni di storia, dedicato ad artisti e creativi under 35 che prenderanno parte al progetto “Residenze d’Arte” e si cimenteranno nelle arti visive, musica e scrittura. Un gruppo di giovani talenti provenienti da tutta Italia con curricula d’eccezione, esperienze di alto livello alle spalle e grandi ambizioni per il futuro.

Questa prima fase si è chiusa con la designazione dei finalisti selezionati tra le 214 candidature pervenute (140 per la categoria Arti Visive, 54 per la Musica e 29 per la Scrittura), di cui quasi il 60% donne, sono state sottoposte al giudizio di un’autorevole giuria composta da 3 figure di spicco: Marinella Senatore, Damir Ivic e Nicola Lagioia.

I 9 finalisti sono: 

Categoria SCRITTURA

Alessia Baranello (Molise)
Vincenzo Borsellino (Puglia)
Michela Iannella (Piemonte)

Categoria MUSICA

Edmondo Riccardo Annoni (Lombardia)
Camilla Battaglia (Emilia-Romagna)
Francesca Remigi (Lombardia)

Categoria ARTI VISIVE

Marta Ciolkowska (Polonia)
Lorenzo Gnata (Piemonte)
Chiara Nicoletti (Lazio)

Siamo davvero orgogliosi di aver ricevuto un numero così elevato di candidature; è un risultato che ha superato ogni nostra aspettativa.” Afferma Pietro Gobino, Manager of Operations and Online Strategy e promotore del progetto. “Non vediamo l’ora di ospitare i ragazzi per le “Residenze d’Arte” e far conoscere da vicino i profumi, i suoni, le storie e le attività della Fabbrica. È un progetto a cui teniamo molto e che rappresenta il primo passo verso la celebrazione di questo 60esimo anniversario ricco di iniziative, performance e sorprese che vogliamo condividere con la città.”

Dal 26 febbraio al 1° marzo prenderà il via il progetto di Residenza in azienda, presso la sede di Via Cagliari 15. Partendo proprio dalle esperienze e dalle suggestioni, i giovani talenti selezionati troveranno l’ispirazione per realizzare le loro opere che verranno poi esposte e condivise nel corso dell’anno in occasione delle più prestigiose manifestazioni culturali della città.

Al termine del programma, durante l’evento conclusivo della seconda parte dell’anno, verranno presentati i lavori di tutti gli artisti e annunciati i vincitori finali per ognuna delle 3 categorie, e a ciascuno di loro verrà riconosciuto un premio in denaro.

I nomi dei finalisti e il bando di partecipazione sono pubblicati su guidogobino.com/news

La Cioccolateria Artigiana Guido Gobino si caratterizza dalla costante aspirazione e tendenza alla realizzazione di un cioccolato di eccellenza, prodotto nel rispetto della tradizione torinese con uno sguardo rivolto al futuro. La pregiata qualità del suo cioccolato nasce dal connubio di creatività, gusto e passione. La sua è una storia lunga sessant’anni e contraddistinta da un’attenta selezione delle materie prime, da una lavorazione all’avanguardia, da una sperimentazione ininterrotta con il fine di raggiungere una qualità assoluta. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti ed è distribuito in 52 Paesi, dal Giappone agli Emirati Arabi Uniti, dagli USA alla Francia, dalla Cina all’Australia. Dal 2021 Guido Gobino è affiancato dal figlio Pietro che ha portato un nuovo spirito innovativo e, oltre a rimarcare la sensibilità verso le tematiche ambientali, ha contribuito alla pubblicazione del primo Bilancio di Sostenibilità, quale strumento per testimoniare l’impegno dell’azienda nella divulgazione di una strategia d’impresa responsabile. Nell’autunno del 2020, in occasione del 25° anniversario del Tourinot®, viene presentato “5 grammi di felicità”, il libro scritto da Giuseppe Culicchia ed edito da Slow Food Editore che racconta la storia del celebre Tourinot, il Giandujotto di Torino. Nel gennaio 2019 l’azienda sigla un accordo di licenza pluriennale con Armani/Dolci per la produzione e la distribuzione in tutto il mondo della linea Armani/Dolci by Guido Gobino. 

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Gaia Palma – Carolina Mailander Comunicazione
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.