Informazione creata ad arte (e cultura)

Rod Temperton: l’Uomo Invisibile dietro il successo di “Thriller”

Dal silenzio del Lincolnshire alle luci della ribalta globale: l’album più venduto nella storia della musica prende il titolo da una canzone di questo autore inglese. Conosciamolo meglio.
Temperton - Jackson

Rod Temperton: l’Uomo Invisibile dietro il successo di “Thriller”

Temperton - Jackson
Dal silenzio del Lincolnshire alle luci della ribalta globale: l’album più venduto nella storia della musica prende il titolo da una canzone di questo autore inglese. Conosciamolo meglio.

Rodney Lynn Temperton, meglio conosciuto come Rod Temperton, nacque nel 1949 in Inghilterra, in un ambiente che già dalla culla lo avvicinò alla musica, grazie a un padre che gli lasciava accanto una radio a transistor per cullarlo nel sonno.

Temperton iniziò a manifestare il suo talento musicale già durante gli anni della scuola superiore, suonando la batteria nella band scolastica, per poi passare alle tastiere, strumento che lo accompagnerà nel corso della sua brillante carriera. Trasferitosi in Germania in giovane età, si esibì come tastierista in vari complessi di musica da ballo prima di unirsi nel 1974 agli Heatwave, un gruppo di musica disco e funk che ottenne successi di vendite in Europa e negli Stati Uniti. Fu proprio il suo ruolo in questo gruppo a catturare l’attenzione di Quincy Jones, il rinomato musicista e produttore americano.

La collaborazione con Quincy Jones aprì a Temperton le porte del successo internazionale. Nel 1979, contribuì con tre canzoni a “Off the Wall”, il primo album di Michael Jackson prodotto da Jones, che segnò l’inizio di una storica collaborazione. In seguito, Temperton si trasferì dalla Germania agli Stati Uniti per lavorare più strettamente con Jones e Jackson, culminando nella scrittura di tre canzoni per l’album “Thriller” del 1982: “Baby Be Mine”, “The Lady in My Life”, e l’omonimo “Thriller”. Quest’ultimo brano, arricchito dalla parte recitata dall’attore Vincent Price, è diventato un’icona culturale a sé stante, contribuendo a fare dell’album il più venduto nella storia della musica.

Nonostante il clamore internazionale, Temperton preferì rimanere una figura enigmatica e riservata, guadagnandosi il soprannome di “L’uomo invisibile” nei circoli musicali. Tuttavia, il suo talento continuò a brillare, spaziando oltre la musica pop. Compose infatti canzoni per numerosi altri artisti di calibro e per il cinema, ricevendo una nomination all’Oscar per la miglior canzone con “Miss Celie’s Blues” dal film “Il colore viola” nel 1985.

Temperton proseguì la sua carriera fino alla sua morte nel 2016, a causa di un tumore. Nonostante abbia scelto di rimanere una figura dietro le quinte, l’impronta di Rod Temperton sulla musica pop rimane indelebile, testimoniando un’eredità che va ben oltre la fama effimera delle luci della ribalta.



Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Raimondo Banchetti
Picture of Raimondo Banchetti

Raimondo Banchetti

Laureato in lettere ad indirizzo storico-artistico, appassionato di musica, ha studiato diversi strumenti, sia a fiato che a corda.