Informazione creata ad arte (e cultura)

“Rinascita”, la mostra con le opere dei detenuti delle carceri IPM Beccaria, II.a CR. Bollate, CR. Opera e CC. San Vittore

da Laura Frigerio
ufficio stampa
Photo credits: ufficio stampa
L’Associazione dEntrofUoriars, in collaborazione con i Proff. Renato Galbusera, Chiara Mantovani, Valentina Marzani e Mariuccia Roccotelli, Responsabili dei laboratori delle quattro carceri milanesi, esporranno un’importante mostra di opere pittoriche/scultoree realizzate dai detenuti all’interno degli Istituti di pena IPM Beccaria, II.a CR. Bollate, CR. Opera e CC. San Vittore.

La Mostra “RINASCITA”, che rimarrà esposta per tutto il periodo di Ville Aperte a Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno nelle sale dei Centauri e Titani, vuole evidenziare alla società civile come da una condizione di sofferenza esistenziale della popolazione dei privati della libertà può manifestarsi un messaggio di rinascita, ritorno alla speranza che si manifesti con gli strumenti dell’Arte visiva, consentendo di rendere evidente il pensiero ed il percorso di accesso ad una nuova vita.

L’arte tutta infatti rappresenta una delle risorse più potenti per ritrovare l’armonia dentro e fuori di sé e per ammirare l’essere umano nella sua manifestazione più pregevole, quella dell’atto creativo.

A seguire la mostra si sposterà nel Foyer dell’Auditorium di San Fedele nel centro di Milano a partire dal 26 ottobre fino al 5 novembre 2023 in occasione di Aperti per Voi del TCI.

COSA C’È DA SAPERE SULL’ASSOCIAZIONE DENTROFUORIARS

L’Associazione dEntrofUoriars fondata nel 2017 si prefigge di promuovere il reinserimento sociale dei detenuti nell’ambito del Grande Patrimonio Artistico Culturale Italiano, intende inoltre promuovere attività quali eventi, manifestazioni, feste e quant’altro volto e idoneo a far conoscere l’Associazione stessa e i suoi obiettivi.

L’Associazione intende portare sempre più la realtà carceraria a contatto con la Società Civile per un confronto maggiormente costruttivo, dal quale trarre motivazioni di conoscenza dell’altro. Riteniamo infatti che il carcere che abbatte la recidiva e che dà frutti sia quello che diventa fucina di cultura, che abbatte l’ignoranza, che dà opportunità al ripensamento al proprio comportamento e quindi responsabilità.

Che si fa promotore nell’accompagnare il detenuto in un percorso di recupero, di cambiamento della propria condotta e che gli offre l’opportunità di reinserimento nella società una volta finita la pena. Pur nella grande difficoltà del periodo che ha visto le Carceri completamente blindate causa Covid, abbiamo realizzato:

Aperti per Voi TCI 2017: detenuti in appoggio alle guide a Casa Museo Boschi di Stefano, Chiesa San Fedele e Certosa di Caregnano.

2018 per Ville Aperte edizione autunnale: detenuti del Carcere di Monza in appoggio alle Guide alla Villa Reale di Monza.

Esposizione il Cenacolo a Villa Prata di Caponago

2019 in occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo abbiamo esposto alcune opere dei detenuti di Bollate: Il Cenacolo a Villa Criselli Pusterla a Limbiate, una grande opera riproducente la Battaglia di Anghiari ed una serie di sanguigni a Palazzo Rezzonico a Barlassina e rivisitazione del dipinto della Dama con l’Ermellino nella Villa Borromeo d’Adda di Arcore.

Detenuti in appoggio alle Guide del TCI a Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno

2021 in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante abbiamo esposto una serie di opere pittoriche sulla Divina Commedia realizzate dai detenuti del Carcere di Bollate ed esposte a Imbersago a Villa Orsini Colonna e Carate Brianza Villa Cusani Confalonieri.

2022 opere realizzate dai detenuti di Bollate per le Ville Gentilizie e riproducenti alcuni scorci delle stesse esposti a Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno e a Villa Tittoni Traversi di Desio.

Abbiamo suonato in moltissimi eventi con la Band Ufficiale “The Freedom Sounds” del Carcere di Bollate in Auditorium e meravigliose Ville e Palazzi della Lombardia.

Collaboriamo con l’Università Telematica Ecampus con interviste/questionario ai detenuti a supporto di Tirocini Formativi agli studenti di Giurisprudenza.

Collaboriamo con l’ Associazione Relove sempre per interviste a detenuti e presenza degli stessi ad eventi da loro realizzati per portare la voce dei detenuti alla Società Civile.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Telegram
Stampa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Laura Frigerio
Photo credits: ufficio stampa
ID: 383332
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.