Informazione creata ad arte (e cultura)

Pubblicato il libro “La sostenibile leggerezza dello zafferano”

Testo inviato da: Guido Borsani
Storia di un progetto di sostenibilità sociale e ambientale nel Bel Paese

Pubblicato il nuovo libro di Guido Borsani: La sostenibile leggerezza dello zafferano.
Un romanzo attuale e visionario al tempo stesso.

Giulio e Daniele, due giovani che ritornano al lavoro della terra, lo zafferano, un sogno. Il libro narra la storia della realizzazione di un vasto e visionario programma di sviluppo incentrato sulla produzione e commercializzazione dello zafferano artigianale in Italia. Un programma con un notevole potenziale in termini di impatto sul tessuto socio-economico delle comunità e dei territori coinvolti, orientato a promuovere in modo fattivo la sostenibilità economica, sociale ed ambientale.
La storia prende il via dalla nascita e crescita di una piccola realtà produttiva di zafferano nel Nord Italia e, seguendo le vicissitudini dei due giovani fondatori, si svolge davanti agli occhi del lettore il concepimento di un ambizioso programma di sviluppo sostenibile che offre un esempio concreto del contributo positivo che può derivare al Paese dalla realizzazione di un progetto che integra in modo mirabile alcuni degli ingredienti “forti” della nostra Italia: food, natura, territorio, turismo, creatività e capacità di innovazione.
Un programma capace di toccare i tasti giusti, risuonando positivamente nell’anima e nella mente dell’ampio numero di persone in esso impegnate, coinvolgendo dal basso comunità e territori grazie al giusto bilanciamento fra una visione innovativa da un lato e un saldo ancoraggio alle radici ed alle tradizioni dall’altro. Ottenendo al tempo stesso la fattiva collaborazione di tutti gli enti e soggetti coinvolti e, non da ultimo, il supporto fondamentale delle istituzioni.
Un lungo ed avvincente percorso, entusiasmante ma non privo di ostacoli e difficoltà, verso la realizzazione di un piccolo-grande sogno. Dalle origini fino al finale a sorpresa, con un unico grande protagonista: lo zafferano artigianale italiano e il suo immenso potenziale in chiave di sviluppo sostenibile.

Disponibile su:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Telegram
Stampa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Guido Borsani
ID: 367814
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.