Informazione creata ad arte (e cultura)

Piet Mondrian: la massima sintesi astratta

Ricordo del grande artista astratto olandese
Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci

Piet Mondrian: la massima sintesi astratta

Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
Ricordo del grande artista astratto olandese

Il 1° Febbraio del 1944, a New York, moriva il grande pittore Piet Mondrian. Il suo nome completo era Pieter Cornelis Mondriaan ed era nato ad Amersfoot, in Olanda, nel 1872. Il suo inizio pittorico fu figurativo ed i suoi soggetti erano in maggioranza paesaggi dal linguaggio genericamente impressionista, per poi iniziare una ricerca basata sulla sintesi progressiva, sia formale che cromatica, che dopo un passaggio intermedio tra figurazione ed astrazione, genericamente cubista, portò le sue opere alla geometrizzazione pura e sganciata dalla rappresentazione, facendo di Mondrian ,uno dei più importanti, originali e significativi rappresentanti della pittura astratta del ‘900. Dal 1912, con il suo arrivo a Parigi, cambiò il suo nome in Mondrian, con il quale iniziò a firmare i suoi quadri. La sua ricerca artistica fu sempre intimamente legata ai suoi percorsi spirituali e filosofici, arrivando alle più coraggiose, estreme e rivoluzionarie conseguenze della purezza e semplificazione formale e cromatica, fino a forme pure ed essenziali, dando vita alle opere della sua maturità artistica, caratterizzate da rigorose composizioni di quadrati e rettangoli, separati da spesse righe nere e dipinti con i tre colori primari: giallo, rosso e blu, in aggiunta al nero. A causa del Nazismo e dell’invasione tedesca lasciò Parigi per andare a Londra, per poi approdare a New York, dove prima di morire sostituì le linee nere di contorno con strisce colorate, gialle, rosse e blu, che rivoluzionarono il suo lavoro, donando alle opere un nuovo senso di profondità.

Questa mia opera a sanguigna e seppia acquerellate e tempera, che è stata esposta nella mia mostra personale allestita nel 2021 al “Museo della Grafica” di Pisa, è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
ID: 391179
Licenza di distribuzione:
Bruno Pollacci

Bruno Pollacci

Pittore. Nato a Lucca nel 1954, vive e lavora a Pisa. Ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Maestro Fernando Farulli. Ha iniziato l'attività artistica nel 1968. Nel 1978, con il pittore Marco Menghelli, ha fondato l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.