Informazione creata ad arte (e cultura)

Paolo Terdich dipinge un’esodo da non dimenticare

Serata in ricordo delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata con le opere pittoriche di PAOLO TERDICH. Interverranno: Alberto Moioli, Critico d’Arte e Dir. Editoriale dell’Enciclopedia d’Arte Italiana con Mirko Molten noto giornalista ed esperto di geopolitica. 16 Febbraio 2024 alle ore 18:00 presso Sala Panini della Banca di Piacenza (g.c.) – Palazzo Galli, Via Giuseppe Mazzini 14 a Piacenza.
@paoloterdich
Photo credits: @paoloterdich

Paolo Terdich dipinge un’esodo da non dimenticare

@paoloterdich
Photo credits: @paoloterdich
Serata in ricordo delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata con le opere pittoriche di PAOLO TERDICH. Interverranno: Alberto Moioli, Critico d’Arte e Dir. Editoriale dell’Enciclopedia d’Arte Italiana con Mirko Molten noto giornalista ed esperto di geopolitica. 16 Febbraio 2024 alle ore 18:00 presso Sala Panini della Banca di Piacenza (g.c.) – Palazzo Galli, Via Giuseppe Mazzini 14 a Piacenza.

Paolo Terdich è un artista particolarmente raffinato nella sua espressione pittorica iperrealista, un autore la cui profondità creativa oggi gli consente di interpretare un dramma che non può essere ignorato e dimenticato. Nel periodo in cui si celebra il “Giorno del Ricordo” Paolo Terdich presenta in anteprima alcune opere inedite di un progetto espositivo molto ampio interamente dedicato all’esodo giuliano-dalmata e alla tragedia delle foibe che hanno coinvolto molti italiani.

“Il progetto rappresenta un mio tributo alla memoria delle vittime delle foibe e di coloro, inclusi i miei familiari – ha rivelato l’artista – costretti all’esodo; un dramma che esige di essere ricordato nella sua corretta prospettiva storica.”

Per questo motivo Paolo Terdich ha voluto fortemente che questo incontro si svolgesse nella sua città, Piacenza, alla presenza di alcuni suoi dipinti ed accompagnato da due professionisti: Alberto Moioli, critico d’arte e Mirko Molteni, storico e giornalista specializzato in scenari internazionali.

L’Esodo Istriano, Fiumano e Dalmata è dunque affrontato sotto due punti di vista, quello artistico e quello strettamente storico. Dal punto di vista artistico, Paolo Terdich dimostra con queste nuove opere di essere capace di andare oltre ai tecnicismi straordinari ai quali ci aveva abituato e riesce ad esprimere una pittura più colta e attenta a trasmettere attraverso scenografie, atmosfere e cromie, emozioni particolarmente forti e coinvolgenti. L’espressione creativa dell’artista con questa nuova ricerca estetica e storica compie un balzo in avanti nel suo lungo e interessante percorso. Ad analizzare questi aspetti, il 16 febbraio incorniciati dall’elegante storico Palazzo Galli di Piacenza ci sarà il Critico d’Arte Alberto Moioli.

Il punto di vista storico invece sarà affrontato dall’esperto giornalista Mirko Molteni, collaboratore di diversi quotidiani nazionali e riviste specializzate in geo-politica e conflitti internazionali. Un argomento, quello relativo alle foibe, che è spesso oggetto di strumentalizzazioni politiche e che ha, anche per questo motivo la necessità di essere raccontato con la necessaria professionalità e competenza.
L’incontro si presterà anche all’intervento del pubblico al termine degli interventi che potranno anche ascoltare la testimonianza diretta dell’artista, Paolo Terdich.

CONTATTI:
Paolo Terdich – p_terdich@yahoo.com – https://www.paoloterdich.it
Alberto Moioli – moiolipress@gmail.com
info line: +39 349 05 22 793



Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Alberto Moioli
Photo credits: @paoloterdich
ID: 391661
Licenza di distribuzione: