Informazione creata ad arte (e cultura)

ORTICOLARIO 2024: gli otto finalisti del concorso spazi creativi

Selezionati gli otto finalisti del Concorso Internazionale Spazi Creativi che, in occasione della quattordicesima edizione di Orticolario dal 3 al 6 ottobre, realizzeranno ed esporranno i propri giardini e installazioni nel parco storico di Villa Erba sul Lago di Como.
Foto

ORTICOLARIO 2024: gli otto finalisti del concorso spazi creativi

Foto
Selezionati gli otto finalisti del Concorso Internazionale Spazi Creativi che, in occasione della quattordicesima edizione di Orticolario dal 3 al 6 ottobre, realizzeranno ed esporranno i propri giardini e installazioni nel parco storico di Villa Erba sul Lago di Como.

La terra come madre, che permette la vita di piante e animali, umani compresi. La terra come figlia, perché necessita di nutrimento e cura. Ed ecco che il tema di Orticolario 2024, “la terra”, è stato accolto con attenzione ed estro dai partecipanti al Concorso Internazionale Spazi Creativi per la progettazione e realizzazione di giardini e installazioni nel parco di Villa Erba. Otto i finalisti, valutati dalla Commissione selezionatrice tra le proposte inviate da architetti, designer, paesaggisti, artisti, giardinieri e vivaisti: ciascuno, con la propria visione, vuole celebrare l’importanza del suolo e ricordare l’urgenza di non darlo mai per scontato. Tutti ne rappresentano un inno, un’ode, un omaggio. La provenienza dei progettisti selezionati copre diverse regioni nord-occidentali, oltre a Toscana e Lazio, e giunge fino in Francia.

“Ogni anno ci sorprende come il tema di Orticolario venga colto e accolto dai progettisti con entusiasmo – dichiara all’unisono la Commissione selezionatrice – Per l’edizione 2024, ciascun partecipante ha fornito la sua personale interpretazione: il risultato è una nutriente varietà di rappresentazioni che indagano la relazione tra uomo e suolo”.

I selezionati realizzeranno il proprio progetto nel parco storico di Villa Erba, a Cernobbio, in occasione di Orticolario, in programma da giovedì 3 ottobre a domenica 6: come sempre, saranno spazi originali e innovativi, giardini vivibili e fruibili, in grado di definire una differente esperienza di paesaggio.

GLI OTTO PROGETTI FINALISTI DEL CONCORSO

1. Spazio Amorfini Garden “Dall’alto al basso e poi di nuovo verso l’alto”
progetto di Davide Boschetti. Tavernelle di Licciana Nardi (MS)
per Amorfini Garden. Tavernelle di Licciana Nardi (MS). amorfinigarden.it
Info: https://www.orticolario.it/it/spazi-creativi/alto-al-basso/

2. Spazio Fratelli Gramaglia “Simbiosi”
progetto di Laura Storero. Serralunga d’Alba (CN)
per Fratelli Gramaglia. Collegno (TO)
Info: https://www.orticolario.it/it/spazi-creativi/simbiosi/

3. Spazio “Hills Garden”
progetto di Olga Chernobrovkina e Nuccio Emmanuello. Como. emmanuello.com
Info: https://www.orticolario.it/it/spazi-creativi/hills-garden/

4. Spazio Coplant “Terra, vita, eterno incanto”
progetto di Elena Ziliotti e Davide Passera. Parma. davidegarden.it
per Coplant Vivai Piante. Canneto sull’Oglio (MN). coplant.it
Info: https://www.orticolario.it/it/spazi-creativi/terra-vita-eterno-incanto/

5. Spazio Stihl “SETA. Sustainable Environment and Textile Artwork”
progetto di Jonathan Arnaboldi e Matteo Pellicanò. Como
per Stihl . Cambiago (MI). stihl.it
Info: https://www.orticolario.it/it/spazi-creativi/seta-sustainable-environment-textile-artwork/

6. Spazio “Unsoiled / Incontaminato”
progetto di Gianluca Santosuosso / UOOU studio. Como. uooustudio.com
Info: https://www.orticolario.it/it/spazi-creativi/unsoiled-incontaminato/

7. Spazio Gruppo Valagussa “Viaggio al centro della terra”
progetto di Marco Fosella, Sara Lamon e Antonella Caramanica. Licciana Nardi (MS). Grugliasco (TO). Segni (RM).
per Gruppo Valagussa – Italiana Terricci. Merate (LC). gruppovalagussa.com
Info: https://www.orticolario.it/it/spazi-creativi/viaggio-centro-terra/

8. Spazio “I(n)spirare”
progetto di Pierre-Alexandre Risser, Solenn Moquet e Clara Bodin
Horticulture & Jardins . Saint-Prix (France). hjardins.fr
Info: https://www.orticolario.it/it/spazi-creativi/inspirare/

I PREMI

Le creazioni verranno valutate da una giuria internazionale che assegnerà alla migliore realizzazione il premio-scultura “La Foglia d’oro del Lago di Como”, un vaso dalle forme sinuose sul quale ondeggia una grande foglia con “accenni” d’oro zecchino (24K), ideato e realizzato in esclusiva da Gino Seguso della storica Vetreria Artistica Archimede Seguso di Murano (VE). Il premio è unico e viene custodito dal vincitore per un periodo limitato, per essere poi esposto a Villa Carlotta, a Tremezzo, sul Lago di Como, fino all’edizione successiva di Orticolario. I nomi dei vincitori sono inseriti nell’Albo d’oro esposto accanto al premio.

Verranno assegnati altri premi: premio Empatia per uno spazio che racconta, comunica ed emoziona; premio Stampa per l’innovazione dei materiali e l’ecosostenibilità; premio Visitatori per lo spazio creativo più votato dal pubblico. Un accenno anche ai premi speciali: premio del Presidente, assegnato da Moritz Mantero; premio “Gardenia” al vivaio, espositore o installazione “memorabile” dell’edizione; premio “Villa d’Este”, dove stile ed eleganza si fondono in una tradizione senza tempo; premio “Villa Carlotta” per la valorizzazione dell’arte in giardino, dove natura e ingegno umano convivono armoniosamente; premio “Grandi Giardini Italiani” per un luogo capace di accogliere il visitatore esprimendo l’arte in tutte le sue forme, con un’attenzione particolare alla destinazione d’uso del progetto, ovvero il suo ruolo sia per la comunità locale sia per il turista; premio “AIAPP Matilde Marazzi” per uno spazio innovativo e contestualmente coerente con i temi della semplicità, bellezza e sostenibilità, qualità fondamentali nel progetto di paesaggio, dal giardino al parco alla città e oltre.

Si ricorda, infine, che la finalità di Orticolario è promuovere la cultura del paesaggio e raccogliere fondi per associazioni del territorio lariano impegnate nel sociale, attive nella realizzazione della manifestazione.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Giovanni Ranghi
ID: 395597
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.