Informazione creata ad arte (e cultura)

“Oltre il visibile”, il mondo dell’ignoto in mostra alla Galleria Spazio Imago

Il mondo dell’ignoto raccontato da quattro fotografi. La Galleria Spazio Imago di Arezzo sarà sede di una mostra di interesse nazionale dal titolo “Oltre il visibile” che condurrà il visitatore in un viaggio tra il mistero e l’ambiguità della vita attraverso le immagini scelte da Frank Dituri, fotografo italo-americano tra i massimi rappresentanti della fotografia contemporanea. Michael Morris, Luca Cini, Laura Lusini e Rosaria Chimenti sono gli autori degli scatti esposti in un evento il cui taglio del nastro e vernissage sono previsti per sabato 25 maggio alle 17.00, poi la mostra sarà visitabile gratuitamente ogni sabato e ogni domenica fino al 9 giugno con orario dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.
Foto

“Oltre il visibile”, il mondo dell’ignoto in mostra alla Galleria Spazio Imago

Foto
Il mondo dell’ignoto raccontato da quattro fotografi. La Galleria Spazio Imago di Arezzo sarà sede di una mostra di interesse nazionale dal titolo “Oltre il visibile” che condurrà il visitatore in un viaggio tra il mistero e l’ambiguità della vita attraverso le immagini scelte da Frank Dituri, fotografo italo-americano tra i massimi rappresentanti della fotografia contemporanea. Michael Morris, Luca Cini, Laura Lusini e Rosaria Chimenti sono gli autori degli scatti esposti in un evento il cui taglio del nastro e vernissage sono previsti per sabato 25 maggio alle 17.00, poi la mostra sarà visitabile gratuitamente ogni sabato e ogni domenica fino al 9 giugno con orario dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.

“Il fil rouge che lega i quattro fotografi protagonisti della mostra – ha spiegato Frank Dituri – si trova nell’affermazione di Francis Bacon per il quale compito dell’artista è sempre quello di approfondire il mistero. Nell’arte spesso è il mistero della bellezza e dello spirito interiore a essere fondamentale”.

La ricerca del mistero è ben espressa dalle astrazioni visive di Michael Morris che con le sue linee, le sue forme e suoi colori evoca emozioni e suggestioni profonde. Il fotografo americano sarà presente ad Arezzo con il progetto Time itself, già esposto in varie gallerie, in Europa e negli Stati Uniti.

Un viaggio in un regno onirico e romantico è invece Soft focus del fiorentino Luca Cini con immagini eteree che sembrano provenire da un altro tempo, da un altro luogo o forse da un’altra realtà.

A completare e arricchire il percorso di “Oltre il visibile” saranno gli scatti di due fotografe aretine selezionate tra i soci di Imago: Laura Lusini e Rosaria Chimenti. La prima con Fram(me)nti fornisce solo indizi parziali di ciò che è presente, mostrando elementi scomposti di sé che rimandano a un precario equilibrio tra rifiuto e accettazione, presenza e assenza, distanza e conciliazione, mentre la seconda presenta una serie di autoritratti del progetto BiPolar-oid che offrono una visione non convenzionale di sé e suggeriscono l’inganno celato dietro ogni fotografia.

«Questa mostra – commenta Antonio Losco, presidente di Imago – testimonia, ancora una volta, l’impegno della nostra associazione nel promuovere, valorizzare e diffondere la fotografia come forma di cultura e di espressione artistica. La Galleria Spazio Imago ospita un’esposizione unica nel suo genere che catalizzerà sulla città le attenzioni di fotografi e appassionati di tutta la penisola in virtù del tema trattato, della direzione artistica di Frank Dituri e dell’armonioso equilibrio tra i progetti di quattro diversi fotografi».

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Marco Cavini
ID: 397940
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.