Informazione creata ad arte (e cultura)

Nuova identità visiva e nuovo payoff per Loquis, la prima piattaforma al mondo di travel podcast aperta e gratuita, ideata da Bruno Pellegrini

Al nuovo corso dell’atlante sonoro hanno lavorato Paolo Iabichino e Thyper Studio. A Mirandola Comunicazione le PR e le media relation.
fonte ufficio stampa Mirandola
Photo credits: fonte ufficio stampa Mirandola

Nuova identità visiva e nuovo payoff per Loquis, la prima piattaforma al mondo di travel podcast aperta e gratuita, ideata da Bruno Pellegrini

fonte ufficio stampa Mirandola
Photo credits: fonte ufficio stampa Mirandola
Al nuovo corso dell’atlante sonoro hanno lavorato Paolo Iabichino e Thyper Studio. A Mirandola Comunicazione le PR e le media relation.

Loquis, la prima piattaforma aperta e gratuita di travel podcast, che raccoglie le storie sui luoghi del mondo, presenta la sua nuova identità visiva e il nuovo payoff: “Loquis. A world of stories”.

Loquis è un atlante sonoro che arricchisce l’esperienza del viaggio e offre un nuovo canale per la promozione turistica e la valorizzazione del patrimonio culturale. La piattaforma è stata sviluppata completamente in house e utilizza l’intelligenza artificiale generativa per tradurre i contenuti in 7 lingue. Nel 2023 oltre 1,5 milioni di turisti ne hanno fruito e l’azienda ha concluso partnership con i più importanti operatori turistici e di mobilità italiani. Chiunque può creare e condividere la sua voce e la sua storia su Loquis.

A firmare il nuovo purpose di Loquis è Paolo Iabichino meglio conosciuto come Iabicus, Scrittore Pubblicitario, Direttore Creativo e Fondatore Osservatorio Civic Brands con Ipsos Italia che ha definito la piattaforma un autentico “almanacco di storie geolocalizzate”, attraverso la valorizzazione e condivisione delle storie autentiche dei luoghi visitati. Connotando così Loquis come un community brand, facendola diventare il punto di riferimento per chi desidera scoprire e condividere le storie del mondo che ci circonda. Secondo Paolo Iabichino, quella di Loquis è una “tribù di viaggiatori e viaggiatrici consapevoli, rabdomanti a caccia di racconti, pronta a cogliere un turismo che valorizzi i territori e le loro comunità”.

Bruno Pellegrini, fondatore e CEO di Loquis: “I luoghi sono intrinsecamente le loro storie. Un edificio, un monumento, può anche essere considerato un’opera d’arte o qualcosa di diverso da chi è in grado di interpretarlo in tal modo, ma alla fine sono semplicemente aggregati di terra, mattoni, calce e acciaio posizionati in un determinato spazio. Senza conoscere le loro storie, i luoghi restano privi di significato. Nei prossimi mesi proseguiremo con l’espansione internazionale, completando la copertura globale, inaugurando una nuova sede in Spagna e aumentando i nostri investimenti in ricerca e sviluppo. Il nostro obiettivo è diventare il riferimento mondiale per il travel podcasting, proprio nella strada tracciata dal nuovo payoff: a world of stories”.

Il rebranding e la nuova immagine coordinata sono firmati da Thyper Studio, agenzia di comunicazione milanese. Thyper ha progettato la nuova identità verbale e visiva di Loquis, in linea con il purpose del brand, lavorando al tone of voice e a tutte le applicazioni nei diversi canali, dalla nuova newsletter alla comunicazione del chatbot. Anche il logo è stato ridisegnato: onde sonore stilizzate che si fondono con lo skyline di una città. “Loquis permette a chi viaggia guidato dalla curiosità di scoprire il mondo in maniera consapevole, grazie alle storie. È un progetto dall’enorme portata narrativa, concreto e dalla fruizione intuitiva, che promuove un nuovo modo di viaggiare, più attento e consapevole. Un’esperienza che consente di guardare con occhi nuovi i luoghi che viviamo e visitiamo” racconta Cristina Soldano, co-founder di Thyper.

A curare le media relation del nuovo corso di Loquis è Mirandola Comunicazione, l’agenzia fondata e guidata da Marisandra Lizzi. “In Mirandola siamo rimasti sin da subito incantati dal progetto Loquis, ultima creatura di un pioniere come Bruno Pellegrini che va esattamente nella direzione che stiamo perseguendo: comunicare realtà che contribuiscono a rendere migliore il mondo. E cosa c’è più potente delle storie? Va in questa direzione anche l’uso della tecnologia declinato in questa direzione umanistica che permette alle voci del mondo di raccontare i propri luoghi”, afferma Marisandra Lizzi, fondatrice di Mirandola Comunicazione. “Abbiamo tracciato le prossime azioni comunicative basandoci sulla forza della narrazione collettiva e dell’oralità”.

Loquis è la prima piattaforma aperta e gratuita di travel podcast ideata da Bruno Pellegrini, pioniere dell’innovazione in Italia, che raccoglie le storie dei luoghi del mondo. Chiunque può accedere e iniziare a raccontare il suo luogo contribuendo a realizzare un atlante sonoro che arricchisce l’esperienza del viaggio e offre un nuovo canale per la valorizzazione del territorio. La piattaforma è stata sviluppata interamente in house e cerca storie e percorsi di senso, per una dimensione rinnovata del viaggiare, verso un approccio totalmente screenless, utilizzando in maniera umanistica le nuove tecnologie e gli sviluppi dell’intelligenza artificiale. Vanno in questa direzione il Loquis Assistant che permette di cercare storie esclusivamente attraverso la voce e il team di ricerca e sviluppo dei Loquis Labs che utilizzano le nuove tecnologie disponibili mettendole al servizio del racconto del mondo, con voci sempre più naturali disponibili in 7 lingue.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Mariella Belloni
Photo credits: fonte ufficio stampa Mirandola
ID: 394129
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.