Informazione creata ad arte (e cultura)

“Note intrecciate”, un nuovo laboratorio di musica classica d’insieme

Un laboratorio di musica classica d’insieme arricchisce la proposta didattica di Proxima Music. Il nuovo anno accademico prenderà il via dal mese di settembre e, nel frattempo, la scuola di musica cittadina sta strutturando un variegato programma di corsi con tante novità orientate a fornire ulteriori opportunità formative per bambini, ragazzi e adulti. Tra queste rientra il progetto “Note intrecciate” che, curato dalla docente di tromba Raffaella Farina e proposto gratuitamente agli allievi di Proxima Music, troverà concretizzazione nella costituzione di piccoli gruppi di musicisti di diversi strumenti che verranno aggregati a seconda dell’età e della preparazione per proporre un’innovativa esperienza collettiva.
Foto

“Note intrecciate”, un nuovo laboratorio di musica classica d’insieme

Foto
Un laboratorio di musica classica d’insieme arricchisce la proposta didattica di Proxima Music. Il nuovo anno accademico prenderà il via dal mese di settembre e, nel frattempo, la scuola di musica cittadina sta strutturando un variegato programma di corsi con tante novità orientate a fornire ulteriori opportunità formative per bambini, ragazzi e adulti. Tra queste rientra il progetto “Note intrecciate” che, curato dalla docente di tromba Raffaella Farina e proposto gratuitamente agli allievi di Proxima Music, troverà concretizzazione nella costituzione di piccoli gruppi di musicisti di diversi strumenti che verranno aggregati a seconda dell’età e della preparazione per proporre un’innovativa esperienza collettiva.

Un laboratorio di musica classica d’insieme arricchisce la proposta didattica di Proxima Music. Il nuovo anno accademico prenderà il via dal mese di settembre e, nel frattempo, la scuola di musica cittadina sta strutturando un variegato programma di corsi con tante novità orientate a fornire ulteriori opportunità formative per bambini, ragazzi e adulti. Tra queste rientra il progetto “Note intrecciate” che, curato dalla docente di tromba Raffaella Farina, troverà concretizzazione nella costituzione di piccoli gruppi di musicisti di diversi strumenti che verranno aggregati a seconda dell’età e della preparazione per permettere loro di vivere anche un’innovativa esperienza collettiva. Questo laboratorio sarà dedicato alla musica classica e verrà proposto gratuitamente agli allievi di Proxima Music con l’obiettivo di integrare le tradizionali lezioni individuali, stimolando l’attivazione di nuove sinergie artistiche volte a fornire una preparazione per arrivare a suonare davanti a un pubblico. Il percorso dei singoli gruppi, infatti, partirà con l’insegnamento dei meccanismi e della coordinazione della musica d’insieme per arrivare a integrare i suoni di diversi strumenti, spaziando poi dallo studio dei grandi compositori del passato per giungere alla realizzazione di brani originali.
“Note intrecciate” arricchisce la programmazione didattica d’insieme di Proxima Music che fa già affidamento anche sul progetto Band Lab per la formazione di gruppi di musica moderna e sull’Orchestra Stabile Giovanile che, diretta dal maestro Francesco Marconi, riunisce gli strumenti a corda, a fiato, a tastiera e a percussione suonati da bambini e da ragazzi a partire dai sei anni. I percorsi collettivi affiancano le tradizionali lezioni individuali di canto e strumento ospitate dalla sede della scuola in via Severi che, nell’ultimo anno, sono state frequentate dal numero record di centoquaranta allievi di diverse età che sono stati seguiti da un gruppo di ventuno docenti. Le lezioni partiranno da lunedì 25 settembre; per informazioni è possibile visitare il sito www.proximamusic.academy. «La volontà di Proxima Music – ribadisce il direttore Alessandro Bertolino, – è di promuovere l’educazione alla musica nelle sue diverse forme. Le lezioni individuali per bambini, ragazzi e adulti saranno dunque affiancate da ulteriori opportunità formative per stimolare a vivere nuove esperienze, a mettersi alla prova in una dimensione collettiva, e a sviluppare ulteriori capacità artistiche e espressive, strutturando anche percorsi innovativi per la città di Arezzo quali “Note intrecciate” che, soprattutto nei giovani allievi, possano portare benefici in termini di autostima, creatività, capacità di collaborazione, concentrazione, memoria e coordinazione».

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Marco Cavini
ID: 381978
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.