Informazione creata ad arte (e cultura)

Nostalgia di Futuro, ecco i Premi della 14esima edizione: “Alla ribalta temi di estrema attualità”

Testo inviato da: Press
Foto
“Dal metaverso alla metacity rendere l’innovazione sostenibile” è il tema che ha animato nelle scorse ore, presso la Fondazione Eni Enrico Mattei di Milano, il tavolo di discussione dell’evento annuale dell’Osservatorio TuttiMedia “Nostalgia di futuro 2022”

“Dal metaverso alla metacity rendere l’innovazione sostenibile” è il tema che ha animato nelle scorse ore, presso la Fondazione Eni Enrico Mattei di Milano, il tavolo di discussione dell’evento annuale dell’Osservatorio TuttiMedia “Nostalgia di futuro 2022” che da 14 anni con i relativi Premi ricorda Giovanni Giovannini (storico presidente Fieg) e accende i riflettori su innovazione e comunicazione. Franco Siddi (presidente dell’Osservatorio TuttiMedia) ai saluti iniziali ha dichiarato: “Siamo nel decennio digitale del secolo digitale dobbiamo sfruttare tutti i vantaggi dell’innovazione fondata sul nostro sistema di valori”.

Maria Pia Rossignaud (vicepresidente Osservatorio tuttiMedia), moderatrice dell’evento, ha letto ai presenti il messaggio inviato dal Ministro dello sviluppo economico Adolfo Urso: “L’Osservatorio TuttiMedia trova sempre il coraggio di portare alla ribalta temi di estrema attualità, su cui è necessario svolgere attente riflessioni per essere pronti ad affrontare quel futuro che è già qui. Una recente indagine ha evidenziato che l’81% degli italiani ha sentito parlare di metaverso, ma ne ha una conoscenza superficiale e l’ingresso nei mondi virtuali è ancora limitato: il 70% dichiara di non averne visitato nessuno”.

Sono pronto a un confronto aperto e costruttivo su questi temi su cui il vostro contributo sarà indispensabile per inquadrare anche giuridicamente i nuovi paradigmi del settore con regole precise in ragione dei prossimi sviluppi e degli ambiti di applicazione delle tecnologie emergenti al fine di rendere questi strumenti motori di crescita reale e non virtuale”.

Nostalgia di Futuro, ecco i Premi della 14esima edizione: “Alla ribalta temi di estrema attualità”

Derrick de Kerckhove (direttore scientifico TuttiMedia) nella sua keynote d’apertura, ha affermato che il metaverso sta andando nella direzione giusta sin da quando è stato creato nel 1992. “Il metaverso per me è prima di tutto la naturale estensione della trasformazione digitale, secondo è l’esplorazione inedita di una nuova mediazione con la realtà che ci circonda.

È infine un modo di integrare tutte le informazioni che abbiamo sull’ ambiente in una singola visione” ha dichiarato. Aggiunge, però, che bisogna fare attenzione alle criticità del sistema. Ecco perché il vero valore del metaverso non è nell’entertainment, ma nella rappresentazione e finalmente tutti stiamo cominciando a capirlo. “Noi di TuttiMedia – ha concluso – siamo qua a raccogliere idee e progetti su questa nuova sfida che vogliamo affrontare con chi, come noi, ne è consapevole”.

“Il metaverso ci porta verso una dimensione straordinaria per la comunicazione”

La parola è passata ai relatori della tavola rotonda primo fra tutti Giovanni Caprara (presidente Ugis) che ha aperto il dibattito affermando: “Ci aspetta una straordinaria favola quella che possiamo immaginare. Il metaverso ci porta verso una dimensione straordinaria per la comunicazione. La metacity è la prima cellula in cui vivremo in modo integrato.

Alberto Barachini (Sottosegretario all’Editoria) intervenuto in collegamento ha affermato: “Sostenibile per il legislatore significa regole che siano garanzia di una bussola che stabilisce la strada da perseguire. Puntiamo alla sobrietà informativa”.

“Nessuno dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 Onu è dedicato al digitale e alla tecnologia – ha affermato Laura Cavalli (Program Director – Agenda 2030 and Sustainable Development, Fondazione Eni Enrico Mattei) – mentre nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza la Missione 1 è proprio dedicata a ‘Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo’ con un totale di 31,74 miliardi di euro in quanto fattori abilitanti della cultura per la sostenibilità”.

Le agende sostenibili e gli scenari energetici e geopolitici

“La fase drammatica che si è aperta con l’invasione russa dell’Ucraina ha cambiato radicalmente gli scenari energetici e geopolitici – ha commentato Matteo Montan (Ceo del Gruppo editoriale Athesis) – rendendo il tema della sostenibilità ancora più critico e vitale. È importante quindi che ognuno di noi continui a fare la propria parte: nel nostro caso di editori vuole dire continuare ad attivare sempre più lettori, imprenditori e soggetti politici di ogni tipo su questi argomenti.

In questi primi due anni, Agenda Sostenibilità attraverso quotidiani, eventi, podcast, social, websites verticali, radio e TV, magazines e libri ha raggiunto e coinvolto in modo continuativo più di 100 stakeholders di Verona, Vicenza e Brescia ed oltre 1 milione di cittadini lettori. E molti di loro attraverso sondaggi online hanno contribuito direttamente a definire le agende sostenibili delle loro città e province per gli anni a venire. Un progetto collaborativo e corale che ha visto partecipare tutto il team di Athesis, che voglio qui ringraziare, perché il premio è loro. Ripartendo da questi numeri e dall’orgoglio per questo riconoscimento, il nostro impegno resta quello di continuare ad innovare con responsabilità”.

“Necessario sforzo collettivo per arrivare all’obiettivo carbon zero”, ha dichiarato Martina Colasante (Government Affairs & Public Policy Manager Google). Ha chiuso il dibattito Dario Pagani (Head of Digital & Information Technology Eni) sottolineando come l’impegno per uno sviluppo sostenibile sia una direttrice imprescindibile per l’umanità e come l’innovazione sia un catalizzatore per raggiungere questo obiettivo. Infine gli studenti del Politecnico di Milano del professor de Kerckhove hanno presentato i loro progetti sulla sostenibilità.

La cerimonia di premiazione con Salvo Iavarone

Dopo il dibattito si è svolta la cerimonia di premiazione con Salvo Iavarone (Presidente Confinternational) che ha ricevuto anche un Premio speciale per il ruolo che il metaverso può avere nell’unire le persone distanti come i migranti. La premiazione è dedicata a Innovazione nella Comunicazione per ricordare Giovanni Giovannini, storico presidente Fieg che usava ripetere: “Tra millennio e millennio sta cambiando, nel giro di una generazione, il modo di informare, comunicare, vivere, per l’effetto congiunto di tecnologie in fulminea evoluzione”.

Premio Innovazione e Informazione – Gruppo editoriale Athesis

Il Gruppo rappresenta una media company di riferimento del lombardo-veneto, di cui fanno parte numerosi quotidiani, siti online, tv e radio leader nelle province di Verona, Vicenza, Brescia e Mantova, oltre alla casa editrice milanese Neri Pozza (vincitrice del Premio Strega 2021). “Abbiamo scelto il Gruppo editoriale Athesis per il progetto ‘Agenda Sostenibilità’ ed in particolare per l’attenzione alla mobilità sostenibile” cita la motivazione del premio. E questo progetto in particolare rappresenta l’importanza della corretta informazione per sostenere e far crescere il territorio.

Questo aspetto è stato uno degli interessi centrali del fondatore Giovanni Giovannini, storico presidente Fieg. “Siamo parte del mondo ma dobbiamo conservare le nostre radici – diceva Giovannini -. Il giornale a misura d’uomo (il quotidiano di provincia) resta e resterà sempre un prodotto insostituibile se gli editori intuiscono la giusta direzione di marcia e la percorrono con fiducia”. E questo è quello che ha fatto un forward thinker come Matteo Montan durante i suoi 30 anni di esperienza in Italia e all’estero, nei quali, prima come giornalista e poi come manager, ha rivoluzionato il settore media.

Premio Nostalgia di Futuro “Donna è Innovazione” – Sezione Ricerca e Sviluppo a Francesca Ferrazza, Head, Magnetic Fusion Initiatives presso Eni spa

Per il suo ruolo nel guidare e favorire lo sviluppo di nuove tecnologie breakthrough per la produzione di energia pulita. E in particolare la fusione a confinamento magnetico, che ha il potenziale di rivoluzionare il mondo dell’energia, offrendo una produzione pulita, sostenibile, sicura e virtualmente inesauribile.

Premio Innovazione e ricerca a laboratorio Ph.E.E.L. (Physiology, Emotion and Experience Lab) e il Metaverse Marketing Lab

Ha ritirato il Premio Lucio Lamberti (Scientific Director – Metaverse Marketing Lab e Coordinator of Ph.E.E.L. (Physiology, Emotion and Experience Lab)). L’Osservatorio TuttiMedia da sempre promuove l’interdisciplinarietà quale simbolo del nuovo mondo. Lucio Lamberti (Scientific Director – Metaverse Marketing Lab e Coordinator of Ph.E.E.L. (Physiology, Emotion and Experience Lab)) che si occupa di neuroscienze applicate allo studio del comportamento del consumatore e del neonato Metaverse Marketing Lab, rappresenta un figura chiave perché abbiamo bisogno di comprendere i nuovi modelli di comunicazione che la trasformazione digitale fa emergere. Essere preparati significa anticipare le rotture per evitare i fallimenti.

Premio Nostalgia di Futuro “Donna è Innovazione” – Sezione Informazione di qualità a Virginia Padovese (NewsGuard Managing Editor e Vice President Partnership, Europa e Australia

Il riconoscimento va soprattutto all’attività di NewsGuard, che dal 2018 si impegna per valutare credibilità e trasparenza dei siti web di notizie. Esso si è distinto in particolare a per il report sulle principali bufale diffuse online durante i giorni che hanno preceduto il voto del 25 settembre 2022.

Premio Speciale NewsMedia4Good a L’Osservatore Romano, il quotidiano della Santa Sede.

Ha ritirato il Premio Andrea Monda (direttore dell’Osservatore Romano). La testata si pone come esempio concreto del progetto lanciato da TuttiMedia nel 2022 per ribadire la necessità di sostenere una nuova coesione sociale che deve combattere fake news e negazione delle scienze. Premio speciale alla divulgazione scientifica quale valore per la società a Giovanni Caprara Presidente Ugis (Unione Giornalisti Italiani Scientifici).
Motivazione Per la divulgazione scientifica come valore chiave della società.

Premio Nostalgia di Futuro “Donna è Innovazione” – Sezione Più Cultura per Crescere a Silvia Calandrelli (Direttrice Rai Cultura)

“È una donna che ha segnato profondamente la trasformazione della politica culturale della RAI di questi anni, e con i suoi programmi ha inciso in maniera fondamentale sulla crescita di programmi e palinsesti interamente dedicati alla formazione culturale degli italiani”. La sua attività è stata fondamentale per recuperare un senso di spazio condiviso.

Premio speciale per l’informazione di qualità Tgr Leonardo

Ha ritirato il premio Alessandro Casarin (Direttore Tgr Leonardo). Il Tgr Leonardo vince il premio speciale per l’informazione di qualità che ogni giorno diffonde nelle case degli italiani, ritirato dal suo direttore Alessandro Casarin, che vanta una ricca carriera in Rai iniziata nel 1987. Sono state consegnate infine le Menzioni speciali Sostenibilità #Sociale #Comunicazione #Vita.

Menzione speciale a Carmine Marinucci Presidente Associazione Internazionale #DiCultHer

Carmine Marinucci (Presidente Associazione Internazionale #DiCultHer) sostiene Cultura digitale consapevole con la formazione dei giovani al diritto di essere educato alla conoscenza e all’uso responsabile del digitale per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale e dei luoghi della cultura. Cultura e digitale non ossimoro ma nuovo rinascimento perché l’innovazione deve essere inclusione sociale, interculturalità, sostenibilità, contrasto dei pregiudizi verso le differenze di ogni genere, di cultura, di età, di provenienza, di abilità, di colore della pelle. Carmine Marinucci condivide con noi la necessità di “promuovere il patrimonio culturale per realizzare uno spazio pubblico, sociale e comunicativo, in grado di riaffermare con chiarezza il valore dell’essere Persone, dell’essere Cittadini, di essere e far parte di quell’importante visione che è l’Europa”.

Menzione speciale a Marzia Masiello Custode delle relazioni

La citazione che ispira il suo stile di vita “il futuro non possiamo determinarlo ma almeno possiamo renderlo possibile” di de Saint-Exupéry. A 27 anni sceglie l’impegno nel mondo della cooperazione internazionale con la precisa volontà di fare della sua vita una sintesi di sinapsi tra arte, identità e solidarietà. La sua professione per l’accoglienza dei bambini
fuori dalla propria famiglia con Ai.Bi.

Lotta contro l’emergenza abbandono e per la promozione dello sviluppo umano e della solidarietà nella reciprocità e nella fratellanza. L’amore per le sue radici, nel 2009 la porta ad essere portavoce per la popolazione onnese a seguito del tragico terremoto che ha colpito l’Aquila è nominata membro della giuria del premio per la cooperazione comunale tra Italia e Germania. Sempre per amore del territorio rientra con la pandemia a L’Aquila, da dove coordina, tra le altre cose, le sedi italiane di Ai.Bi.

Menzione speciale a Gaia Simonetti, ambasciatrice alla gentilezza e ideatrice dell’alfabeto della gentilezza

Attraverso la sua penna promuove “Costruiamo Gentilezza” sul territorio scrivendo e condividendo il messaggio che la gentilezza porta con i suoi gesti, le buone pratiche, la bellezza. Il progetto “Costruiamo Gentilezza” è una tappa di un percorso che vede impegnati oltre 1900 costruttori di gentilezza, donne e uomini, che ogni giorno traducono in gesti l’ascolto del cuore. Sono impegnati in progetti, attività ed azioni che sostengono la gentilezza con la consapevolezza che la gentilezza è una goccia, che se si unisce ad altre, può scavare la roccia di un tempo in salita.

Menzione speciale a Marco Marturano, giornalista, ricercatore, comunicatore, docente, imprenditore e Responsabile Comunicazione di BrianzAcque

Per il lavoro svolto come consulente e coordinatore della comunicazione di BrianzAcque una grande azienda pubblica al 100% impegnata nella sostenibilità e nell’innovazione.

Premio Nostalgia di Futuro Sezione Innovazione e Giornalismo a L’Unione Sarda

Ha ritirato il Premio Diana Zuncheddu. Fra i primi giornali nel mondo ad andare su Internet – ha un legame con la rivista Media Duemila che Giovannini volle on line dopo aver partecipato alla sperimentazione sarda – oggi L’Unione Sarda è un gruppo multimediale con on line radio e Tv. Guarda ora anche al Metaverso per capire quali forme di informazione e intrattenimento offre la realtà immersiva, nella costante attenzione al territorio, alla sua popolazione, alla sua promozione attraverso la conoscenza in un’ottica comprensione delle complessità e delle opportunità e delle sfide dell’innovazione che tecnologia e scienza propongono nel mondo.

La cerimonia di premiazione si chiude con la consegna del Premio alla carriera ad Alberto Sinigaglia (presidente Polo del ‘900).

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Telegram
Stampa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Press
ID: 370094
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato (della domenica) di storia e di tutto quanto può accrescere la mia (molto carente) cultura.