Informazione creata ad arte (e cultura)

Palazzo Donn’Anna a Posillipo

Una visita guidata a Napoli, non può considerarsi completa se non si ammira la città e la sua costa dal mare.
Foto

Palazzo Donn’Anna a Posillipo

Foto
Una visita guidata a Napoli, non può considerarsi completa se non si ammira la città e la sua costa dal mare.

Un tour quello di Napoli dal mare è un’esperienza unica, perché significa conoscere questa terra, attraverso uno dei suoi elementi più caratterizzanti. Una visita che parte, con un gozzo di legno, per scoprire i fasti di un passato che affiora a pelo d’acqua. Ville Romane, residenze storiche, storie e leggende raccontate da esperti, dolcemente cullati dal mare è un esperienza che ognuno desidera fare.

Alla scoperta della collina di Posillipo lì, dove finisce il dolore e gli affanni trovano riparo, sorge la costa di “Pauslypon”, definita così già dagli antichi greci e luogo scelto da Publio Vedio Pollione per far costruire la sua immensa residenza dove si ritirò a lussuosa vita privata.

“Il mare di Posillipo è quello che Dio ha fatto per i poeti, per i sognatori, per gli innamorati di quell’ideale che informa e trasforma l’esistenza” (Matilde Serao).

Un luogo davvero suggestivo tra ville Romane, residenze storiche, leggende e ricco di storia, meta preferita dalla nobiltà vicereale, che adorava recarvi per le “passeggiate domenicali” in riva al mare, con il consueto corteo di carrozze e servitori al seguito. Molto spesso le serate si concludevano nelle amene ville lungo la costa, in feste e balli di corte fino a tarda notte.

Tra le ville più ambite e belle c’era Palazzo Donn’Anna, oggi dal fascino decadente, è ancora l’edificio più dipinto, acquerellato, stampato e fotografato. La bellissima ed unica erede del cospicuo patrimonio dei Carafa, Anna Carafa di Stigliano convolata a nozze con il Viceré Don Ramiro de Guzman, duca di Medina, diventa la donna più potente del ‘600. La sua casina di delizie, pertanto, dovrà rispecchiare lo status di Viceregina raggiunto e affiderà l’incarico di restaurare il palazzo al più celebre architetto del tempo, Cosimo Fanzago, al quale non saranno posti limiti alle spese occorrenti per la realizzazione del progetto. Purtroppo l’opera rimase incompiuta perché sopraggiunse la morte prematura della committente stessa, nel 1645, avvenuta in tragiche circostanze a soli trentacinque anni di età e il conseguente richiamo in patria di Don Ramiro, duca di Medina.

Scogli e isolette che racchiudono storie incredibili, una vegetazione che cresce rigogliosa negli splendidi giardini privati apprezzati dai viaggiatori di tutto il mondo nella rinascita di cui godette Posillipo nel 1800, il borgo Marechiaro che nel nome stesso rievoca la limpidezza ma, ancor di più, nel suo significato originario la tranquillità di quelle acque, incantano lo sguardo di uno scenario talmente unico che diventa difficile resistere alla tentazione di ritornarci.

Naples and Italy visite guidate ed eventi
via Pessina 90 – 80135 Napoli
cell. 3404230980
whatsapp 3357851710
visitenapoli@gmail.com – https://www.naplesanditaly.com

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Barbara De Blasi
ID: 379981
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.