Informazione creata ad arte (e cultura)

“Miracolo islanda” di Andrea Montemurro diventa un podcast e torna in libreria con la versione tascabile

“Miracolo Islanda” di Andrea Montemurro torna in libreria con la versione tascabile e la prefazione di Giorgia Meloni
Foto

“Miracolo islanda” di Andrea Montemurro diventa un podcast e torna in libreria con la versione tascabile

Foto
“Miracolo Islanda” di Andrea Montemurro torna in libreria con la versione tascabile e la prefazione di Giorgia Meloni

Il successo editoriale “Miracolo Islanda” torna in libreria e diventa un podcast in 4 puntate. Dopo due ristampe precedenti e la traduzione in inglese, arriva sugli scaffali la versione tascabile del libro “Miracolo Islanda” scritto da Andrea Montemurro con prefazione di Giorgia Meloni.

Nella nuova versione del libro, oltre alla modifica della copertina e alle conclusioni dell’autore, viene rinnovata anche la versione podcast che diventa di ben 4 puntate, il tutto con la prefazione firmata dal leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, oggi presidente del Consiglio.

Il libro di Andrea Montemurro, edito da SportItalia edizioni, si occupa di sport come antidoto alle devianze giovanili (tema toccato anche dal presidente Giorgia Meloni in campagna elettorale lo scorso settembre) e lo fa studiando dettagliatamente il caso Islanda.

Per capire meglio quali sono i “Miracoli” dei quali parla il libro di Andrea Montemurro, bisogna comprendere come lo sport sia stato fondamentale per una società che attraverso determinate azioni è riuscita ad arrivare a ottenere risultati inimmaginabili fino a qualche anno prima in ogni contesto. Oltre alla versione tascabile del libro, il podcast è già online su Spotify, Deezer, GooglePodcast, IHeartRadio, Spreaker , ApplePodcast e Youtube.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Matilde Murolo
ID: 370463
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.