Informazione creata ad arte (e cultura)

“Mio padre racconta… Il Novecento” di Teresa Armenti

Un libro-testimonianza che è un atto d’amore di una figlia al padre. Edizioni Magister.
copertina
Photo credits: copertina

“Mio padre racconta… Il Novecento” di Teresa Armenti

copertina
Photo credits: copertina
Un libro-testimonianza che è un atto d’amore di una figlia al padre. Edizioni Magister.

La storia di una vita è parte della storia sociale e culturale del tempo. La vita di zio Felice è storia di lotta per la sopravvivenza, di fatica, di amore. É una vita in un certo senso esemplare per i valori che essa racchiude; è la storia di un uomo che ha imparato a vivere da solo, rubando il sapere e il mestiere con intelligenza e furbizia, traendosi d’impaccio, nelle situazioni difficili, con arguzia e facendo tesoro dei suggerimenti che gli venivano dati.

Questo testo è scritto in modo scarno, essenziale, per meglio esaltare e rendere la personalità di zio Felice che guarda alla sostanza delle cose: “Nun ci vonnu chiacchier’, ci vonnu li fatt’” – dice sempre – perciò il racconto scorre veloce, toccando i momenti più sa lienti della sua vita. Il linguaggio è vicino alla lingua parlata: i dialoghi sono stringati, con lunghe pause e poche spiegazioni. Ciò che conta è l’esperienza: la sola che ci rende veramente uomini.

Attraverso la lettura di questo libretto facciamo un tuffo nel passato: un passato non tanto lontano, quando la miseria e l’indigenza erano parte essenziale dell’esistenza umana, quando bisognava imparare a lottare sin da bambini, quando non si poteva scegliere questo o quello, ma lo si doveva accettare.

Questo omaggio di Teresa al padre è testimonianza di un rapporto bellissimo, di un amore filiale, reale, fatto di piccoli gesti e di tanta tenerezza.

Ida Iannella

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: M. Pina Ciancio
ID: 373970
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.