Informazione creata ad arte (e cultura)

Miniaturismo: l’arte di Rossella Micheli

Librerie in miniatura
Foto di Rossella Micheli

Esistono molteplici forme di Miniaturismo, un’arte vecchia di secoli, che affonda le sue radici a partire dall’Antichità anche se in Europa inizia a svilupparsi dal II sec. d.C., come ben sa Rossella Micheli, artista autoctona di Pisa dove vive e si è laureata in Lettere Moderne con indirizzo storico-artistico. Se il Miniaturismo classico nasce come decoro di libri e manoscritti affiancato, successivamente, dai cammei e dai piccoli dipinti custoditi nei gioielli e negli orologi di dame e gentiluomini, che ritraevano l’amato o qualunque altra immagine si volesse, ad oggi, quest’arte antica, racchiude in sé nuove tipologie più in sintonia con lo spirito post-contemporaneo: basti pensare ai “mattoncini” Lego che, assemblati, danno vita a qualunque tipo di miniatura architettonica e non solo o alle miniature dei “soldatini” che oggi sono realizzate in vari tipi di materiali, tra cui lo storico piombo  ma soprattutto in resina, e gli esempi potrebbero continuare, nei giocattoli e ninnoli per grandi e piccini.

La passione di Rossella Micheli per la creazione di “mini librerie”, che coltiva nel tempo libero ormai da molti anni, si ispira alle Shadows Box, di origine anglosassone, che contano certo una vasta gamma ma non questa tipologia nello specifico. Essendo un’accanita lettrice e, ovviamente, anche un’amante dell’arte, ha pensato di unire queste sue passioni dando vita alla creazione di oggetti unici. Ogni pezzo, infatti, nasce cercando di rispecchiare al meglio i gusti, gli hobbies, la personalità del committente. Non si tratta, quindi, di una semplice “libreria mignon” ma di una summa che condensa il mondo, la vita della persona alla quale è dedicata.

Ogni singolo dettaglio è realizzato a mano: di ogni libro, che rispecchia i gusti letterari del richiedente, viene fatta la copertina, una ad una le pagine, utilizzando oggetti mignon normalmente adoperati nell’arredamento delle “Case delle bambole”. Queste piccole librerie diventano davvero uno scrigno che racchiude tanti piccoli tesori.

I materiali utilizzati sono tutti naturali, il legno della struttura può essere dipinto con il mordente a noce o con colori a smalto, di qualunque nuance si desideri oppure può essere semplicemente passato l’impregnante di differenti tonalità che dona sfumature variegate.

Le “mini librerie” possono essere di tre differenti dimensioni:

  • piccola, 17x17cm circa
  • media, 26x26cm circa
  • grande, 45x40cm circa
     

Lo spessore del legno è di circa 3-4 mm.

Un dono perfetto per se stessi o le persone care, per chi ama oggetti unici e particolari, per un’occasione importante o semplicemente per regalare/regalarsi una coccola che sarà una gioia per gli occhi e per il cuore.

Per maggiori info e preventivi: rossella.micheli1@gmail.com

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
WhatsApp
Telegram
Stampa
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.