Informazione creata ad arte (e cultura)

METAVERSI per FASHION e DESIGN

A Milano nasce un nuovo studio professionale, gestito da Vitruvio Virtual Reality, dedicato e specializzato in progetti metaversi, realtà aumentata e virtuale e le nuove tecnologie. In occasione del Salone del Mobile – Fuorisalone, da lunedì 15 a sabato 20 aprile 2024, Vitruvio Virtual Reality apre eccezionalmente le porte della sua sede milanese in Via Galileo Ferraris 1, all’interno di LOM – Locanda Officina Monumental, con la presentazione di Metaversi realizzati su Spatial. Ogni giorno, dalle 11.00 alle 17.00, il pubblico e gli addetti ai lavori avranno la possibilità di immergersi – sia in modalità desktop sia attraverso i visori per la realtà virtuale immersiva – negli ultimi tre metaversi realizzati da VVR.
vitruviovr_fuorisalone_004

METAVERSI per FASHION e DESIGN

vitruviovr_fuorisalone_004
A Milano nasce un nuovo studio professionale, gestito da Vitruvio Virtual Reality, dedicato e specializzato in progetti metaversi, realtà aumentata e virtuale e le nuove tecnologie. In occasione del Salone del Mobile – Fuorisalone, da lunedì 15 a sabato 20 aprile 2024, Vitruvio Virtual Reality apre eccezionalmente le porte della sua sede milanese in Via Galileo Ferraris 1, all’interno di LOM – Locanda Officina Monumental, con la presentazione di Metaversi realizzati su Spatial. Ogni giorno, dalle 11.00 alle 17.00, il pubblico e gli addetti ai lavori avranno la possibilità di immergersi – sia in modalità desktop sia attraverso i visori per la realtà virtuale immersiva – negli ultimi tre metaversi realizzati da VVR.

I Metaversi sono una frontiera in larga parte inesplorata, spazi, mondi ibridi per loro natura, ibridazione che riguarda tanto il progetto e la tecnologia, quanto il marketing e l’espressività. In questi luoghi a metà fra il fisico e il virtuale, le persone possono incontrarsi, conoscersi, interagire fra loro, ma anche giocare, acquistare, usufruire di nuove forme d’arte e d’intrattenimento.

Il team di Vitruvio Virtual Reality – fra le più solide realtà italiane operanti nella realizzazione di esperienze di realtà virtuali e metaversi, con all’attivo partecipazioni a festival e concorsi dedicati a questi linguaggi innovativi – ha organizzato una settimana durante la quale visitatori ed esperti in materia avranno l’opportunità unica di immergersi nel mondo del metaverso e di approfondire tematiche e utilizzi inerenti le nuove forme di intrattenimento, con uno sguardo orientato in particolare ai settori produttivi della moda e del design.

Alessandro Agostini, CEO di Vitruvio Virtual Reality, racconta: “Negli ultimi 2 anni abbiamo studiato e ci siamo specializzati per affrontare le richieste qualitative a cui dovremo rispondere nei prossimi anni. Nel nostro studio oltre a programmatori e modellatori 3d ci sono architetti di spazi digitali, designer di oggetti digitali, paesaggisti per mondi digitali e anche modellisti digitali in grado di riprodurre virtualmente i capi e gli accessori in modo credibile e realistico. Da tempo con i miei collaboratori mi interrogo per capire se il nostro studio può avere una collocazione formale tra gli studi di design, creativi o altro.”

Il primo metaverso che il pubblico avrà modo di esplorare ha il nome di VVR Fashion Metaverse, uno spazio virtuale in cui arte, moda, architettura e tecnologia si fondono dando vita ad un progetto digitale di interior design dedicato al fashion e al luxury. Questo spazio può ospitare sfilate ed eventi digitali e allo stesso tempo una vetrina dove proporre abiti e accessori digitali e fisici, indossabili dagli avatar o acquistabili in e-commerce per essere indossati fisicamente. Come tutti i metaversi è basato sulla interoperabilità tra attività reali e attività virtuali ed una infrastruttura digitale scalabile, persistente ed interconnessa, incentrata sull’interazione in tempo reale di persone che possono lavorare, socializzare, giocare, vendere e acquistare. VVR Fashion Metaverse è inoltre stato finalista al concorso internazionale promosso dalla rivista statunitense “Interior Design” per la progettazione di spazi digitali nella categoria Built – experiential.

Il secondo si chiama Casa do ut do, disegnata dal grande architetto e designer Alessandro Mendini, trasposizione nel Metaverso della “Casa do ut do 2016”, progetto a sostegno della Fondazione Isabella Seràgnoli. In questa casa emergono i più importanti sentimenti umaniimmaginati da architetti, artisti e designer e realizzati da Vitruvio Virtual Reality.

Il terzo comprende un’esperienza “fuori porta” che sarà mostrata in anteprima al Salone.

Un importante appuntamento da segnalare si terrà il giorno giovedì 18 aprile alle ore 18:30, con un talk dedicato alla progettazione di spazi ibridi durante il quale si parlerà di confini tra spazi fisici e virtuali. In occasione dell’incontro, quel giorno lo studio di Vitruvio Virtual Reality rimarrà aperto fino alle 21.00.

 

GUARDA IL TEASER

 

INFORMAZIONI UTILI

TITOLO: METAVERSI PER FASHION E DESIGN. Presentazione di tre casi studio nella nuova sede milanese di Vitruvio Virtual Reality

DOVE: LOM – Locanda Officina Monumental, via Galileo Ferraris 1, Milano

QUANDO: dal 15 al 20 aprile 2024

ORARI: Da lunedì a sabato dalle 11.00 alle 17.00.

Giovedì 18 aprile dalle 11.00 alle 21.00

 

CONTATTI

MAIL: info@vitruviovirtualreality.com

FACEBOOK: www.facebook.com/vitruvioreality

INSTAGRAM: www.instagram.com/vitruviovirtualreality/

LINKEDIN: www.linkedin.com/company/vitruviovirtualreality/

TWITTER: https://twitter.com/vitruviovr

WEB:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Culturalia di Norma Waltmann
vitruviovr_fuorisalone_004
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.