Informazione creata ad arte (e cultura)

Mercato Marchesa: oltre 40 tra collezionisti di rarities e vintage al Dopolavoro Ferroviario sabato 27 e domenica 28 maggio

Torna l’happening pionieristico in termini di riuso, riciclo e upcycling: oltre 40 tra collezionisti di rarities e vintage
Foto

Mercato Marchesa: oltre 40 tra collezionisti di rarities e vintage al Dopolavoro Ferroviario sabato 27 e domenica 28 maggio

Foto
Torna l’happening pionieristico in termini di riuso, riciclo e upcycling: oltre 40 tra collezionisti di rarities e vintage

Vintage e artigianato, modernariato e oggetti di design ma anche street food, musica e laboratori per i bambini. Non il solito mercato, ma un evento trasversale. Sabato 27 e domenica 28 maggio dalle 10.30 alle 21 il Dopolavoro Ferroviario di via Dalmazia si trasforma nella piazza del bello e dello svago formato famiglia: torna Mercato Marchesa. A Salerno, nel centro della città, si ferma il treno della creatività, un’esperienza da non perdere.

Al lavoro da mesi le infaticabili ideatrici Francesca Matera e Adriana Sannini che, con il supporto di Francesca Memoli, sono riuscite a dare continuità a un happening pionieristico in termini di riuso, riciclo e upcycling, nel quale converge tutto ciò che è bello, novità, gioia. Grande attenzione alla selezione dei creativi e all’immagine dell’evento che, tra colori e claim diretti e dirompenti, torna indietro come un boomerang in cui l’espressione del bello è anche ricerca di un consumo eco sostenibile.

«Siamo state le prime al Sud Italia a elevare il concetto di mercato a evento. Alle porte un weekend speciale da trascorrere nei Giardini di questa location storica. Nel tempo abbiamo creato un network di creativi, artisti e collezionisti ma supportiamo anche lo small business, una sfida difficile quanto entusiasmante. La più grande soddisfazione non è solo quella di tornare con un nuovo appuntamento ma anche e forse soprattutto quello di essere riuscite ad ispirare i giovani nella costruzione di eventi simili, reinterpretando il concetto del mercato e comprendendo il valore della produzione artigianale e del riciclo» dice il team eclettico con background agli antipodi (Francesca Matera è una producer nell’ambito cinematografico, Adriana Sannini è scienziata alimentare, Francesca Memoli è graphic designer) che dal 2017 non ha mai smesso di credere in questo progetto che fonde imprenditoria e cultura, shopping e moda, strizzando sempre l’occhio a tutto ciò che è tendenza ed economia, mettendo in piedi una vera e propria piattaforma di idee.

Per gli avventori è un luogo speciale dove trascorrere una giornata dal sapore diverso, circondati da genialità e inventiva.

E allora, per i curiosi, novità e tanti stimoli, per gli esigenti, solo cose belle e luccicanti; per i palati sopraffini (o per le buone forchette) street food a chilometro zero; per i giovani, musica e nuove tendenze; per le famiglie, intrattenimento e workshop. E per i più piccoli la possibilità di una simpatica lezione.

INFO UTILI Il Dopolavoro Ferroviario è in via Dalmazia a Salerno.

L’ingresso, consentito dalle 10.30 alle 21, è gratuito

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Silvia De Cesare
ID: 378034
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.