Informazione creata ad arte (e cultura)

Meilland, una famiglia di inventori di rose. Intervista in esclusiva con Matthias Meilland

A raccontare l’affasciante storia di questa mitica famiglia di inventori di rose è Matthias Meilland. Nato e cresciuto tra le rose, Matthias è la sesta generazione della famiglia che, dal 1850, ha realizzato un’infinità di meravigliose varietà, tra le più diffuse nel mondo.
Meilland
Photo credits: Meilland

Meilland, una famiglia di inventori di rose. Intervista in esclusiva con Matthias Meilland

Meilland
Photo credits: Meilland
A raccontare l’affasciante storia di questa mitica famiglia di inventori di rose è Matthias Meilland. Nato e cresciuto tra le rose, Matthias è la sesta generazione della famiglia che, dal 1850, ha realizzato un’infinità di meravigliose varietà, tra le più diffuse nel mondo.

Una rosa racconta molto di più della sua bellezza estetica.

Essa racconta dell’epoca in cui è stata creata per la prima volta, delle varietà da cui ha preso origine e soprattutto della maestria di chi l’ha ideata.
Ogni inventore di rose ha difatti una sua cifra stilistica ben definita che rende uniche le proprie creazioni.
Cominciò nel 1850 quando Joseph Rambaux, iniziò a fare ibridazioni a Lione, mentre era giardiniere nel Parc de la Tête d’Or.
Fu Francis, nel 1935 a realizzare la famosissima varietà conosciuta in Italia con il nome “Gioia”.
Nel tentativo di preservare la nuova varietà, prevedendo l’invasione tedesca in Francia, nel 1935 Meilland inviò talee in alcuni paesi europei e negli Stati Uniti dove prese il nome di “Peace”, in onore della fine della guerra.

(L’intervista integrale su Book&Soda: https://lnx.farsiunlibro.it/wpn/intervista-a-meilland-una-famiglia-di-inventori-di-rose/ )

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Paolo Biondi
Photo credits: Meilland
ID: 368432
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.