Informazione creata ad arte (e cultura)

Max Ernst: il trionfo della fantasia

Ricordo del grande artista dadaista e surrealista
Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci

Max Ernst: il trionfo della fantasia

Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
Ricordo del grande artista dadaista e surrealista

Il 2 Aprile del 1891 a Brühl, in Germania, nasceva il grande artista Max Ernst. Dopo aver intrapreso studi di filosofia e psicologia, si dedicò all’arte, iniziando ad esporre a Colonia nel 1912. Ernst frequentò in seguito gli ambienti artistici di Parigi e ritornò a Colonia, dove partecipò all’organizzazione della prima esposizione Dadaista della città. Durante il suo secondo soggiorno a Parigi, Ernst iniziò a suscitare l’interesse della critica locale e entrò in contatto con figure chiave del Surrealismo, tra cui André Breton e Paul Éluard. Nel 1925, Ernst divenne uno dei protagonisti del movimento Surrealista, distinguendosi come pioniere delle tecniche del “frottage” e successivamente del “grattage”.

Nel 1939, Ernst si trasferì negli Stati Uniti, dove si sposò con l’artista Dorothea Tanning nel 1946, non con Peggy Guggenheim, sebbene avesse precedentemente avuto una relazione con lei.

Durante il suo soggiorno americano, Ernst esplorò ulteriori tecniche artistiche e contribuì alla rivista surrealista “VVV”. Ritornato in Europa nel dopoguerra, continuò a sperimentare con nuovi stili e tecniche. Sebbene Ernst abbia avuto un significativo impatto sulle arti visive, non ci sono registrazioni di un premio specifico vinto alla Biennale di Venezia nel 1954.

Max Ernst morì a Parigi il 1° aprile 1976 e viene considerato uno dei più importanti artisti del XX secolo per il suo contributo fondamentale al Dadaismo e al Surrealismo.

Questa mia opera a sanguigna e seppia acquerellate ed acquerello è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
ID: 394902
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.