Informazione creata ad arte (e cultura)

Marianella Bargilli protagonista della 27ma edizione Terra di Siena International Film Festival

Marianella Bargilli protagonista della 27ma edizione Terra di Siena International Film Festival con il film Tramonto a Nord Ovest Proiezione 28 settembre ore 11.
Foto

Marianella Bargilli protagonista della 27ma edizione Terra di Siena International Film Festival

Foto
Marianella Bargilli protagonista della 27ma edizione Terra di Siena International Film Festival con il film Tramonto a Nord Ovest Proiezione 28 settembre ore 11.

L’attrice toscana Marianella Bargilli ospite alla ventisettesima edizione il Terra di Siena International Film Festival, la manifestazione dedicata alla settima arte ideato e fondato da Maria Pia Corbelli e diretta da Antonio Flamini.

Bargilli presenta il film Tramonto a Nord Ovest dove è protagonista insieme a Giuseppe Gios Saccotelli, Margherita Fantini Leonardo Nigro per la regia di Luisa Porrino.

La pellicola verrà proiettata il 28 settembre alle ore 11,00 nella sala del Cinema Alessandro VII Via dell’Abbadia, 5  Siena  a seguire insieme al cast incontrerà il pubblico.

“Sono molto felice di far parte di partecipare a questo festival per molte ragioni -dichiara Marianella Bargilli- una perché sarò ospite di Maria Pia Corbelli, donna che stimo e che da anni si impegna per il mondo della cultura e in secondo luogo perché lo presenteremo nella mia regione, che non è un mistero amo moltissimo. Nel film in atti, in accordo con al regista Luisa Porrino, professionista sensibile e preparata, il mio personaggio che arriva dalla Toscana, mantiene il suo dialetto e tutte le coloriture del nostro inconfondibile accento”.

Marianella Bargilli interpreta il ruolo di Marilena, una donna energica che ama fare yoga e spaccare la legna è aperta al mondo e ama le persone a differenza del marito un uomo di montagna burbero chiuso che non ama né le novità né i forestieri. Marilena durante l’università ha fatto una gita con amici nella valle oggi abita.

Il film abbraccia il contesto del Nord Ovest Italiano girato tra Biella e il suggestivo borgo di Rosazza e le Prealpi Biellesi Muzzano, Sordevolo, Oropa per concludersi sul versante svizzero sui monti ticinesi.

“Il film -aggiunge Marianella Bargilli- è stato girato in luoghi bellissimi a contatto con la natura in un rapporto di rispetto e bellezza quantomai necessario per vivere bene e in armonia con se stessi. In più sul set si respirava una bellissima atmosfera e non posso che essere grata a tutto il cast attoriale e tecnico”.

Il film è una coproduzione Italo svizzera prodotto da Fargo Entertainment srl con E-Motion Swiss, RSI Radio Televisione Svizzera con il Contributo del Mic -Dir. Cinema, Regione Piemonte, Film Commission Torino Piemonte, Dipartimento Federale della Cultura Svizzero, Ticino Film Commission e Region Sud.

Fanno da contorno alla storia, due profughi che Luca incontra per caso nei sentieri di montagna, Naila (Chaimae Sellak) e Yuseff (Mohamed Bakkal El Idrissi) e la famiglia di Bacci (Leonardo Nigro) e Marilena (Marianella Bargilli) che vive in una baita ferma nel tempo, vicina al confine.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Elena Torre
ID: 383814
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.