Informazione creata ad arte (e cultura)

Manifesto

Esposizione delle opere grafiche di Mimmo Rotella.
Foto

Manifesto

Foto
Esposizione delle opere grafiche di Mimmo Rotella.

La galleria Pisacane Arte presenta la mostra MANIFESTO, personale delle opere grafiche del maestro Mimmo Rotella, con serata di inaugurazione mercoledì 22 marzo, dalle ore 18.30 in viale Monza 55 a Milano.

In mostra saranno esposti circa venticinque multipli dell’artista simbolo del movimento pop in Italia; diversi soggetti fanno parte della collezione – realizzata in collaborazione con la Fondazione – dei Seridécollages dedicati alle locandine dei grandi classici cinematografici, come Caccia al ladro di Alfred Hitchcock oppure Chisum con John Wayne. Questa particolare serie è un’evoluzione della tecnica che rese celebre Rotella, ovvero il Décollage che consiste nel ricomporre sulla tela frammenti di manifesti pubblici strappati per strada.

Parte dell’allestimento è dedicato nello specifico a Marilyn Monroe, attrice che è diventata icona senza tempo ispirando l’arte contemporanea fin dalla prima generazione pop, come ben evidente dai noti lavori di Andy Warhol. Citiamo in particolare le serigrafie tratte dal libro- cofanetto Bellezza Eterna del 2005, nelle quali il volto di Marilyn viene accompagnato da una poesia di Alda Merini creando un impatto emotivo molto interessante.

In mostra sarà presente, inoltre, la cartella Al Metropolitan (1980) composta di quattro seri-litografie e collage: la resa della superficie qui è molto materica e la composizione risulta tumultuosa ed espressiva per i molti movimenti dati dalle stratificazioni.

Da citare per la sua particolarità anche la serigrafia Morandiana, tratta dalla cartella “Mimmo Rotella. I maestri del 900” realizzata nel 2000 in omaggio ai grandi pittori del XX secolo.

Mimmo Rotella è stato protagonista assoluto della scena creativa italiana della sua generazione che ha analizzato con i suoi lavori: decostruire la realtà attraverso un gesto artistico potente e dissacrante l’ha portato ad esprimere un nuovo mondo estetico dando dignità a qualcosa considerato invece di scarso valore. Il suo intento si comprende bene con queste parole:

“Strappare manifesti dai muri è la sola compensazione, l’unico modo di protestare contro una società che ha perduto il gusto del cambiamento e delle trasformazioni favolose” – Mimmo Rotella.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Roberto Ungaro
ID: 374372
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.