Informazione creata ad arte (e cultura)

Mance Lipscomb: musicista Blues scoperto a 65 anni

Ricordo del chitarrista e vocalist rappresentante del “Folk-Blues” americano
Mance Lipscomb di Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci

Mance Lipscomb: musicista Blues scoperto a 65 anni

Mance Lipscomb di Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
Ricordo del chitarrista e vocalist rappresentante del “Folk-Blues” americano

Il 9 aprile 1895, nei pressi di Navasota, Texas, USA, nacque il cantante e chitarrista blues Mance Lipscomb, il cui vero nome era Beau De Glen Lipscomb. Figlio di un ex schiavo dell’Alabama, Lipscomb trascorse la maggior parte della sua vita lavorando come mezzadro in Texas. Iniziò a suonare la chitarra in giovane età e, nonostante manifestasse presto il suo talento, per gran parte della sua vita si esibì solamente a livello locale, in occasioni come feste casalinghe e celebrazioni comunitarie. La svolta nella sua carriera avvenne all’età di 65 anni, nel 1960, in concomitanza con il rinnovato interesse per il genere “Country Blues”, quando fu invitato a registrare il suo primo album. Da quel momento, Lipscomb pubblicò numerosi dischi di blues, ragtime e folk, molti dei quali con l’etichetta Arhoolie Records, caratterizzati dall’uso della tecnica di chitarra “finger-picking”. La sua riscoperta contribuì significativamente al revival del genere, portandolo a esibirsi in eventi di rilievo come il Monterey Folk Festival e numerosi altri festival di folk-blues. Autore di un’autobiografia, Lipscomb fu anche soggetto del documentario “A Well Spent Life”, prodotto nel 1971 da Flower Films a El Cerrito, California. Apparve inoltre nel film “The Blues According to Lightnin’ Hopkins”, diretto nel 1970 da Les Blank. In suo onore, la città natale di Navasota ospita l’annuale “Navasota Blues Festival” e, nel 2011, è stato inaugurato nel “Mance Lipscomb Park” di Navasota un monumento in bronzo che lo ritrae mentre suona la chitarra seduto su una panchina. Mance Lipscomb si spense nel 1976 a Navasota, due anni dopo aver subito un ictus.

Questa mia opera realizzata ad acquerello che fu esposta nella mia mostra personale allestita presso il Festival Blues “Bluesacco” di Ponsacco (PI) nel 2016, è in suo omaggio e memoria. è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
ID: 395352
Licenza di distribuzione:
Picture of Bruno Pollacci

Bruno Pollacci

Pittore. Nato a Lucca nel 1954, vive e lavora a Pisa. Ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Maestro Fernando Farulli. Ha iniziato l'attività artistica nel 1968. Nel 1978, con il pittore Marco Menghelli, ha fondato l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.