Informazione creata ad arte (e cultura)

Lucio Dalla: cantautore ispirato con formazione Jazz

Il 4 marzo è una data significativa nella storia della musica italiana, poiché segna la nascita di Lucio Dalla, avvenuta nel 1943 a Bologna
Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci

Lucio Dalla: cantautore ispirato con formazione Jazz

Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
Il 4 marzo è una data significativa nella storia della musica italiana, poiché segna la nascita di Lucio Dalla, avvenuta nel 1943 a Bologna

Il 4 marzo è una data significativa nella storia della musica italiana, poiché segna la nascita di Lucio Dalla, avvenuta nel 1943 a Bologna. Dalla, che aveva radici musicali nel jazz, era un abile polistrumentista, capace di suonare il pianoforte, il sax e il clarinetto con notevole maestria. La sua carriera prese avvio all’interno della “Rheno Dixieland Band”, dove condivise il palco con Pupi Avati, futuro regista, e con la quale ottenne il primo premio al Festival Europeo del Jazz di Antibes. La sua eccellenza nel suonare il clarinetto gli aprì le porte per collaborazioni con icone del jazz mondiale quali Chet Baker, Bud Powell, Charles Mingus e Eric Dolphy.

Il passaggio alla musica leggera avvenne negli anni ’60 con i “Flippers”, band che accompagnava anche Edoardo Vianello. Tuttavia, fu durante il Cantagiro del 1963 che Gino Paoli lo incoraggiò a esplorare una carriera solista, culminata nel 1964 con la pubblicazione del suo primo singolo da leader, “Lei (Non è per me)”/”Ma questa sera”, per il quale Dalla compose la musica.

Lucio Dalla si distinse per il suo approccio stravagante e anticonvenzionale alla musica. La sua partecipazione a diverse edizioni del Festival di Sanremo evidenziò la sua originalità e le sue doti vocali uniche, ponendo le basi per il suo successo nazionale. All’inizio degli anni ’70, cercò la collaborazione del poeta bolognese Roberto Roversi per la scrittura dei testi, dando vita a tre album che sono considerati pietre miliari della sua carriera. Nella fase matura del suo percorso artistico, Dalla assunse anche il ruolo di paroliere e autore dei propri testi, affermandosi come uno dei cantautori italiani più innovativi. Le sue composizioni si caratterizzarono per un’interazione tra testi e musica di elevata qualità, tra le più significative nella storia della canzone d’autore italiana.

Lucio Dalla ci ha lasciati nel 2012, scomparendo a Montreux, in Svizzera, all’età di 69 anni.

Questa mia opera realizzata a seppia è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
ID: 393063
Licenza di distribuzione:
Picture of Bruno Pollacci

Bruno Pollacci

Pittore. Nato a Lucca nel 1954, vive e lavora a Pisa. Ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Maestro Fernando Farulli. Ha iniziato l'attività artistica nel 1968. Nel 1978, con il pittore Marco Menghelli, ha fondato l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.