Informazione creata ad arte (e cultura)

Louis Jean Lumière e l’invenzione della prima macchina cinematografica

Ricordo dell’Ingegnere ed industriale francese nella ricorrenza della sua morte.
Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci

Louis Jean Lumière e l’invenzione della prima macchina cinematografica

Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
Ricordo dell’Ingegnere ed industriale francese nella ricorrenza della sua morte.

Oggi è il 6 giugno e in questo giorno, nel 1948, a Bandol, in Francia, moriva l’ingegnere e industriale Louis Jean Lumière. Nato nel 1864 a Besançon, in Francia, era uno dei quattro figli del fotografo e pittore Claude-Antoine Lumière. Fin da giovanissimo, insieme al fratello Auguste, lavorò nella società del padre, focalizzando il suo ingegno in particolare sul miglioramento del processo fotografico, e all’età di 17 anni inventò un nuovo processo per lo sviluppo del film utilizzando una lastra asciutta. Dopo il ritiro del padre nel 1892, il fratello Auguste tentò di inventare la prima macchina cinematografica, ma fallendo, passò il progetto al fratello Louis Jean che invece riuscì nell’impresa.

Nacque così una particolare pellicola cinematografica e il “cinematographe”, strumento rivoluzionario che fungeva sia da macchina da presa che da proiettore. Da quel momento, grazie all’invenzione dei fratelli Lumière (ma in realtà portata a compimento solo da Louis Jean) nasceva ufficialmente il “cinema”. La prima pellicola, intitolata “L’Uscita dalle officine Lumière”, venne girata sotto la regia di Louis nel marzo del 1895 e proiettata per la prima volta al “Gran Café” di Parigi, nel dicembre dello stesso anno, in uno spettacolo a pagamento.

Louis fu il regista di tutte le prime pellicole animate della Società Lumière (“Le Repas de bébé”, “La Pêche aux poissons rouges”, “Démolition d’un mur”, ecc.) nelle quali il fratello Auguste a volte compariva solo come attore dilettante. Per grande generosità fraterna da parte di Louis Jean, i due fratelli firmarono un contratto che prevedeva che entrambi fossero sistematicamente associati, finanziariamente e moralmente, in modo paritario a tutte le loro opere e scoperte.

Nel 1939 Louis Jean fu premiato con la “Gran Croce della Legione d’Onore” (il più alto ordine di merito francese, sia militare che civile, istituito da Napoleone Bonaparte nel 1802) e postumo, nel 1960, fu inserito tra le “Star” dell’“Hollywood Walk of Fame”.
Questa mia opera a grafite è in suo omaggio e memoria.

Bruno Pollacci
Direttore dell’Accademia d’Arte di Pisa

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Bruno Pollacci
Photo credits: Bruno Pollacci
ID: 399097
Licenza di distribuzione:
Picture of Bruno Pollacci

Bruno Pollacci

Pittore. Nato a Lucca nel 1954, vive e lavora a Pisa. Ha conseguito il Diploma di Maturità Artistica presso il Liceo Artistico Statale di Lucca ed ha frequentato l'Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del Maestro Fernando Farulli. Ha iniziato l'attività artistica nel 1968. Nel 1978, con il pittore Marco Menghelli, ha fondato l'Accademia d'Arte di Pisa, che tutt'ora dirige e nella quale insegna Pittura e Disegno.