Informazione creata ad arte (e cultura)

Libertà, il ponte che lega Matera all’Italia e agli USA

La Fondazione E-Novation organizza con il Comune di Matera “Le Giornate Internazionali della Libertà” all’auditorium Raffaele Gervasio, in Piazza del Sedile a Matera dal 24 al 26 aprile.
Foto

Libertà, il ponte che lega Matera all’Italia e agli USA

Foto
La Fondazione E-Novation organizza con il Comune di Matera “Le Giornate Internazionali della Libertà” all’auditorium Raffaele Gervasio, in Piazza del Sedile a Matera dal 24 al 26 aprile.

Due giorni di incontri e dibattiti, impreziositi da due pieces teatrali, inseriti a pieno nelle celebrazioni del 25 aprile di Matera, la città che per prima nel settembre del 1943 si liberò dal nazifascismo. E che oggi di fatto propone un dibattito autorevole ed inclusivo su quella scelta di libertà, fondamentale per la vita della Repubblica. L’evento fortemente voluto dal Presidente del Consiglio Comunale di Matera Francesco Salvatore, che aveva partecipato in Vaticano agli Stati Generali della Sostenibilità promossi sempre dalla Fondazione E-Novation, è stato subito sostenuto dal Sindaco di Matera Domenico Bennardi e dall’assessore alla Cultura Tiziana d’Oppido.

Il Premio nazionale Paolo Borsellino porta in scena il monologo del testimone di giustizia Luigi Leonardi, Una vita sotto scorta. Annunciata pure la presenza dell’attrice Sarah Biacchi che omaggerà il pubblico con un monologo sulla libertà.

Tanti i partecipanti, tutti di valore espressione del territorio e tanti ospiti che non hanno voluto mancare sentendo forte il richiamo di Matera Capitale della Cultura che è capace di rinnovare questo messaggio e impegno al dialogo e alla crescita personale: in primis, il sindaco di Betlemme Anton Salman, in videoconferenza la mattina del 26 per aprire i lavori su “Mediterraneo, Mare di Libertà” a cui partecipano presenti all’auditorium Gervasio a Matera, Marco Di Liddo, direttore del Cesi, Centro Studi Internazionali, Fabrizio Luciolli Presidente del Comitato Atlantico Italiano, Paolo Patrizio Segretario generale del Consiglio di Cooperazione Italo Arabo e Lucia Goracci, corrispondente Rai da Gerusalemme.

Interessante anche il confronto Donne, Vita, Libertà con la scrittrice Arianna Geronzi, la Rete Donna Matera con l’avvocato Raffaella Postiglione, Angela Colonna cattedra Unesco dell’Università della Basilicata e l’assessore alla Cultura del Comune di Matera Tiziana d’Oppido. “Educare alla Libertà”, il format con il magistrato Marco Gambardella, il presidente onorario delle Camere penali di Salerno e volto televisivo l’avvocato Michele Sarno e il sindaco di Matera Domenico Bennardi. Chiude la giornata del venerdì 26 aprile il dibattito sulla Bellezza e Consapevolezza della Libertà animato da Gennaro Sansone Direttore Banca d’Italia Potenza, Michele Albanese Direttore Generale BCC Montepruno, Ugo Biacchi collezionista e mercante d’arte col filosofo Pietro Tagliavini della Fondazione E-Novation.

Nel pomeriggio del 24 la kermesse aprirà con unp incontro sulle “Mafie, negazione delle Libertà” al quale hanno aderito Pietro Paolo Mascione Presidente Associazione Invisibili, Francesca Martinelli Presidente Premio nazionale Paolo Borsellino, il tenente Colonnello Vincenzo Varriale dei Carabinieri presso la Nato e la vittima di camorra Daniela Nugnes Presidente di Bellessere e Fairplay della Fondazione E-Novation. Nel corso della manifestazione interverrà dalla Cattedrale di San Patrick a New York il sacerdote lucano don Luigi Portarulo impegnato nell’arcidiocesi della Grande Mela per la Pastorale non solo della comunità italiana. Il format “Giornate Internazionali della Libertà” è ideato e partecipato dal giornalista Massimo Lucidi Presidente della Fondazione E-Novation

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Massimo Lucidi
ID: 396394
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.