Informazione creata ad arte (e cultura)

Le voci di quattro cori in un unico concerto di musica sacra ad Arezzo

Le voci di quattro cori in un unico grande concerto. Venerdì 8 dicembre, alle 21.00, la chiesa di San Marco alla Sella ospiterà la seconda edizione della rassegna Vocinsieme che, promossa dall’omonimo coro femminile aretino, fornirà un’occasione per vivere un suggestivo viaggio tra i secoli dal gregoriano all’epoca contemporanea, tra stili diversi e omaggi ai grandi compositori polifonici. Il concerto, a partecipazione libera e gratuita, vedrà alternarsi lo stesso Vocinsieme, l’Insieme Vocale Accordion di Bibbiena, l’Ensemble Cor di Gubbio e il Coro Polifonico Santa Maria Maddalena di Tuoro sul Trasimeno che contribuiranno alla serata con alcuni dei brani maggiormente identitari dei rispettivi repertori.
Foto

Le voci di quattro cori in un unico concerto di musica sacra ad Arezzo

Foto
Le voci di quattro cori in un unico grande concerto. Venerdì 8 dicembre, alle 21.00, la chiesa di San Marco alla Sella ospiterà la seconda edizione della rassegna Vocinsieme che, promossa dall’omonimo coro femminile aretino, fornirà un’occasione per vivere un suggestivo viaggio tra i secoli dal gregoriano all’epoca contemporanea, tra stili diversi e omaggi ai grandi compositori polifonici. Il concerto, a partecipazione libera e gratuita, vedrà alternarsi lo stesso Vocinsieme, l’Insieme Vocale Accordion di Bibbiena, l’Ensemble Cor di Gubbio e il Coro Polifonico Santa Maria Maddalena di Tuoro sul Trasimeno che contribuiranno alla serata con alcuni dei brani maggiormente identitari dei rispettivi repertori.

Le voci di quattro cori in un unico grande concerto. Venerdì 8 dicembre, alle 21.00, la chiesa di San Marco alla Sella ospiterà la seconda edizione della rassegna Vocinsieme che, promossa dall’omonimo coro femminile aretino, fornirà un’occasione per vivere un suggestivo viaggio tra i secoli dal gregoriano all’epoca contemporanea, tra stili diversi e omaggi ai grandi compositori polifonici. Il concerto, a partecipazione libera e gratuita, rappresenterà anche un’occasione di incontro e confronto tra diverse realtà corali unite dalla comune passione per il canto che contribuiranno alla serata con alcuni dei brani maggiormente identitari dei rispettivi repertori.
Il programma della rassegna, presentata da Lilly Greco, sarà aperto dalle dieci interpreti femminili della formazione corale Vocinsieme guidata dal Maestro Anna Seggi che è nata nel 2013 dall’unione di esperienze corali diverse e che spesso, sul suo repertorio sacro, propone accostamenti musicali antichi e moderni per indagare ciò che nel tempo si è mantenuto costante, pur cambiando forma espressiva. La serata vedrà poi la partecipazione dell’Insieme Vocale Accordion dell’Associazione Coro Polifonico Santa Cecilia – Città di Bibbiena che, diretto dal Maestro Paolo Santini, è stato fondato nel 1957 con lo scopo di accompagnamento ai servizi liturgici e che dal 1992 ha rinnovato la propria identità con brani polifonici classici con cui ha partecipato a numerose rassegne corali e concerti in Italia e in Europa. Una ricerca di unione tra persone di età, esperienze, luoghi e vissuti diversi caratterizza invece la terza formazione presente, l’Ensemble Cor, che è nata on-line durante la pandemia per la volontà di donne di varia provenienza tra Città di Castello, Gubbio e Anghiari di trovare nel canto un profondo momento di condivisione e rigenerazione in una circostanza di restrizioni e preoccupazioni. Questa esperienza a distanza è poi proseguita nella costituzione di un vero e proprio coro con sei componenti dirette dal Maestro Sabrina Sannipoli che, in pochi anni di attività, ha dimostrato la propria preparazione in festival quali “Umbria in Voce” o “InCanto sulle vie di Francesco”. Un’ulteriore formazione attesa alla rassegna è il Coro Polifonico Santa Maria Maddalena di Tuoro sul Trasimeno che, accompagnato dalla pianista Francesca Salemme, pone le proprie radici negli anni ‘70 per rendere un servizio alla liturgia e che sotto la guida del Maestro Chiara Franceschelli ha ampliato i propri orizzonti, il proprio repertorio polifonico e le proprie esibizioni in numerosi concerti di musica sacra organizzati in Umbria. Ognuna delle quattro formazioni eseguirà brani in linea con la propria identità e il proprio stile, consentendo un ascolto vario per epoca e per struttura musicale, poi a fine serata sarà previsto un momento di particolare emozione con il canto d’insieme “Evening rise” in segno di amicizia tra i cori, di richiesta di pace e di ringraziamento.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Marco Cavini
ID: 388214
Licenza di distribuzione:
Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.