Informazione creata ad arte (e cultura)

Le vite prima, esordio letterario per Alessandra Fersini

Si intitola “Le vite prima verso la terra dell’origano” il libro di Alessandra Fersini edito da Il Raggio Verde edizioni che sarà presentato sabato 25 novembre ore 18 presso la sede di Liquilab Bottega di Memorie e Idee giovanili in piazzetta dell’Abate a Tricase. L’incontro presentato da Ornella Ricchiuto di Liquilab, ricercatrice in antropologia culturale, vedrà dialogare con l’autrice il prof. Eugenio Imbriani docente di Antropologia culturale all’Università del Salento e il giornalista Raffaele Polo editore Il Raggio Verde. Un libro che racchiude profumi e memorie seguendo l’arte antica del tramandare. Un Salento da riscoprire attraverso microstorie in cui è facile perdersi e ritrovarsi.
Foto

Le vite prima, esordio letterario per Alessandra Fersini

Foto
Si intitola “Le vite prima verso la terra dell’origano” il libro di Alessandra Fersini edito da Il Raggio Verde edizioni che sarà presentato sabato 25 novembre ore 18 presso la sede di Liquilab Bottega di Memorie e Idee giovanili in piazzetta dell’Abate a Tricase. L’incontro presentato da Ornella Ricchiuto di Liquilab, ricercatrice in antropologia culturale, vedrà dialogare con l’autrice il prof. Eugenio Imbriani docente di Antropologia culturale all’Università del Salento e il giornalista Raffaele Polo editore Il Raggio Verde. Un libro che racchiude profumi e memorie seguendo l’arte antica del tramandare. Un Salento da riscoprire attraverso microstorie in cui è facile perdersi e ritrovarsi.

La genesi di questo libro, impreziosito non a caso da una serie di immagini, è una accurata selezione di storie che l’autrice ha raccolto nel tempo. Come scrive nella prefazione Andrea Cirolla si tratta di «Racconti, ricordi, resoconti, cronache o storie catturate per caso e per ostinazione della ricerca, di casa in casa, di campo in campo. I capitoli del libro di Alessandra Fersini seguono quella parola d’ordine, più precisa della Memoria, più traducibile in una pratica che in un pensiero: tramandare».

Tramandare, dunque, a chi nel leggere queste pagine, dense di profumi e di sentimenti, vorrà avvicinarsi in punta di piedi al mondo dell’autrice ma anche ad un modo di sentire la Natura per riscoprire valori che a volte stentiamo a riconoscere in questa società che sembra fagocitare tutto con la velocità di immagini e di pensieri.

«La giovane scrittrice di Castro, invece, senza indulgere più di tanto nella nostalgia del tempo che fu – osserva Raffaele Polo – ci offre un percorso ricco di sentimento ed interiorità; un cammino che tutti, ma proprio tutti, possiamo (e dobbiamo) intraprendere. In onore dei nostri progenitori, della nostra terra, delle minute vicende che, sommate tra di loro, fanno la nostra storia, che non è scritta nei libri, ma è scolpita nei nostri cuori».

Alessandra Fersini nasce nel 1993 e vive a Castro, un paesino di mare sulla costa orientale della provincia di Lecce. Nel 2016 si laurea in Antropologia a Siena mentre nel 2022 consegue la specialistica in Lettere Moderne presso l’Università del Salento. Da sempre appassionata di storie orali e tradizioni popolari, inizia a raccogliere materiale audio-visivo e a scrivere racconti frutto di “impressioni”, chiacchierate o interviste fin da giovanissima. A questa indole da “esploratrice” dell’animo umano si coniuga quella dell’amore per le piante selvatiche e per la Natura tutta. Praticante di Yoga Kundalini dall’età di ventiquattro anni, ha da poco intrapreso la strada dell’insegnamento di questa disciplina. Frequenta inoltre una Scuola di Medicina Energetica.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Antonietta Fulvio
ID: 387638
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.