Informazione creata ad arte (e cultura)

Le dimore dei nobili svelano i loro segreti

Torna nei weekend tra il 14 e il 29 settembre 2024 “Ville Aperte in Brianza” nella versione autunnale. Tra itinerari speciali, spettacoli a tema, inclusività, fino alla collaborazione con il Festival del Parco di Monza, oltre 180 gioielli artistici in 5 province della Lombardia spalancano le porte al pubblico.
fonte ufficio stampa
Photo credits: fonte ufficio stampa

Le dimore dei nobili svelano i loro segreti

fonte ufficio stampa
Photo credits: fonte ufficio stampa
Torna nei weekend tra il 14 e il 29 settembre 2024 “Ville Aperte in Brianza” nella versione autunnale. Tra itinerari speciali, spettacoli a tema, inclusività, fino alla collaborazione con il Festival del Parco di Monza, oltre 180 gioielli artistici in 5 province della Lombardia spalancano le porte al pubblico.

Anticipata da una versione primaverile che ha richiamato 25mila presenze, nei weekend dal 14 al 29 settembre 2024 torna l’edizione d’Autunno di “Ville Aperte in Brianza”, ancora più ricca di proposte, sorprese, nuove esperienze artistiche, coinvolgendo oltre 180 beni, 85 partner (tra pubblici e privati) e 5 province lombarde: Monza e Brianza, Città Metropolitana di Milano, Lecco, Como e Varese.

“Trame di bellezza” è il leit motiv di quest’anno: protagoniste non solo le “ville di delizia” – le dimore di pregio costruite dal XVI al XIX secolo dalle famiglie nobiliari milanesi che in Brianza trascorrevano periodi di vacanza dedicandosi ad attività di svago – ma anche tutto quanto le circonda, musei, edifici religiosi, vie d’acqua, parchi, autentiche opere d’arte industriali, piccoli borghi e tanti altri siti culturali ricchi di bellezze nascoste.

Molteplici gli eventi proposti nell’edizione autunnale. Come “700 Marco Polo”: in occasione delle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Marco Polo, la Provincia MB promuove attività dedicate ai temi della scoperta, del nuovo, all’incontro con l’Oriente, con laboratori educativi-didattici per bambini e famiglie. Inoltre, speciali visite ed eventi dedicati alle mode e tradizioni della Cina, dallo stile dell’oggettistica e arredo nelle ville di delizia, ma anche al ruolo che ebbe l’importazione del baco da seta nell’attività contadina nel territorio brianzolo.

Proposti anche speciali itinerari tra storia, natura e arte tra le ville di delizia a cura delle associazioni di guide turistiche abilitate. Con l’Associazione Cammino di Sant’Agostino si percorrerà una tratta lecchese del “Fiore della Rosa”, parte dell’intero Cammino; inoltre, un itinerario in bicicletta permetterà di ammirare la bellezza dei paesaggi lacustri e della biodiversità, “vedute” che saranno esposte in una mostra dedicata ai paesaggi dipinti dai coniugi Federico e Carolina Lose nel corso di un viaggio in Brianza nei primi dell’Ottocento.

“Ville aperte in Brianza” è anche ville accessibili e sarà riproposto il progetto Senso Comune dove a fare da guide saranno alcune persone diversamente abili, che illustreranno le bellezze di ville e palazzi. Infine, l’edizione autunnale vedrà ancora una volta la collaborazione con il “Festival del Parco di Monza” con una serie di iniziative dedicate all’ecosostenibilità, all’architettura del paesaggio, insieme a visite guidate alle ville di delizia all’interno del Parco, itinerari storici dalla città al parco e itinerari naturalistici, insieme ad attività per bambini per sensibilizzarli alla tutela dell’ambiente. E poi ancora tante altre novità.

Informazioni e prenotazioni:

Tutte le info sono online sul sito ufficiale riportato a fondo pagina e sulla app Ville Aperte in Brianza.

Il costo del biglietto è di 5 euro a persona, con eccezioni e sconti in base ai singoli beni

Il programma aggiornato degli eventi è disponibile su:

Facebook @Ville Aperte in Brianza
Instagram @villeapertebrianza
X @VilleAperteMB
Sito:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Mariella Belloni
Photo credits: fonte ufficio stampa
ID: 400153
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.