Informazione creata ad arte (e cultura)

Lana in Alto Adige, un luogo ideale per il turismo dei fiori

Dalla primavera all’estate un tripudio di colori e di profumi, un territorio sempre in fiore.
lanaregion.it / Patrick Schwienbacher
Photo credits: lanaregion.it / Patrick Schwienbacher

Lana in Alto Adige, un luogo ideale per il turismo dei fiori

lanaregion.it / Patrick Schwienbacher
Photo credits: lanaregion.it / Patrick Schwienbacher
Dalla primavera all’estate un tripudio di colori e di profumi, un territorio sempre in fiore.

Alla fine dell’inverno iniziano le prime fioriture che annunciano la primavera imminente, regalando una gioia profonda. Uscire dal lungo periodo invernale, freddo e dalle giornate corte, per entrare nei mesi prima tiepidi e poi caldi, luminosi e colorati della primavera-estate mette tutti, nessuno escluso, di buon umore. Senza nulla togliere al fascino dell’inverno e della neve, le stagioni della primavera e dell’estate rendono felici e gioiosi e anche liberi da un abbigliamento troppo ingombrante. In primavera il risveglio della natura è sempre annunciato dalle gemme, che via via si schiudono prendendo sicurezza e nutrimento dal calore del sole.

In Alto Adige, il territorio di Lana e dintorni dalla primavera all’estate vive il suo periodo di maggior splendore e si trasforma in un tripudio di colori e di profumi per le varie fioriture che si susseguono. I primi a dare l’avviso delle temperature in aumento sono i crochi, che con determinazione fanno capolino tra la neve in disgelo di Monte San Vigilio, paradiso escursionistico della regione di Lana, dispiegando i delicati petali bianco-violacei in mezzo a prati umidi e fossati. Verso la metà di marzo, il salicone, un arbusto protetto chiamato anche “salice delle capre”, molto importante e popolare per le decorazioni pasquali, produce inflorescenze diverse giallo-oro o argentee.

Nel mese di aprile, il territorio di Lana e dintorni si copre di un manto bianco-rosa creato dai fiori di melo, con il loro caratteristico profumo intenso, ma allo stesso tempo delicato. È così preponderante la presenza dei meli fioriti su tutto questo territorio (Lana vanta il primato di essere la zona dell’Alto Adige con il maggior numero di meleti) che, per festeggiare questo magico evento si celebra “Lana in fiore”, un mese di eventi interamente dedicati ai fiori e alle erbe selvatiche del rigoglioso territorio che li ospita. La zona pedonale di Lana e i centri di Cermes, Gargazzone e Postal sono abbelliti da annaffiatoi di zinco color pastello appesi agli alberi e all’esterno dei negozi, i tradizionali masi si vestono a festa, mentre i maestri di cucina dei ristoranti e delle osterie contadine del territorio creano menu a base di fiori ed erbe selvatiche secondo antiche ricette.

Le fioriture a Lana proseguono dal mese di maggio, e soprattutto in estate nei prati di Monte San Vigilio, con i bottondoro, che spiccano rigogliosi con la loro corolla giallo-dorata a forma di palloncino, rallegrando la vista con la loro simpatica presenza.

Nel mese di giugno vale la pena fare un’escursione su Monte San Vigilio seguendo il percorso Alpenrosen per ammirare vasti campi di rose alpine (rododendri) in fiore.

Oltre che in natura, i fiori a Lana si trovano anche nei negozi, nelle meravigliose composizioni di Florale Werkstatt: qui fiori, foglie, arbusti e germogli non vengono semplicemente usati per formare dei mazzi di fiori, ma sono messi in scena a regola d’arte, dando vita a creazioni, concetti, idee che vanno oltre la tradizionale florovivaistica; oppure alla giardineria Galanthus, un luogo speciale a Lana per gli appassionati di piante e giardini, con un grande spazio esterno, diversi animali e un vasto assortimento di erbe ed ortaggi BIO.

Nella regione di Lana, inoltre, anche la maggior parte delle strutture alberghiere vanta grandi giardini fioriti molto curati, in cui gli ospiti possono passeggiare o godersi momenti di relax, come il theiner’s garten di Gargazzone, il Der Waldhof di Foiana, con un parco naturale di ben 30.000 m², il Tiefenbrunn con un giardino relax vicino alla spa e fruibile solo per gli adulti e Villa Arnica, adults only, con un bellissimo parco intorno alla piscina esterna.

Per informazioni su Regione di Lana:

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Nadia Scioni
Photo credits: lanaregion.it / Patrick Schwienbacher
ID: 391615
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.