Informazione creata ad arte (e cultura)

“La scomparsa delle persone”, il nuovo saggio di Dario Leone

Dario Leone è Saggista e Sociologo specializzato.
Foto

“La scomparsa delle persone”, il nuovo saggio di Dario Leone

Foto
Dario Leone è Saggista e Sociologo specializzato.

Prefazione di Salvatore Giordano

Un breve percorso di analisi attraverso i segmenti più importanti della vita dell’individuo. L’amore, la felicità, il contesto sociale, economico e culturale sono i protagonisti di questi scritti, attraverso i quali emerge come la demolizione della dimensione collettiva abbia portato con sé la scomparsa delle persone nella loro qualità di “attori sociali”.

Se è vero che “non è la coscienza degli uomini che determina il loro essere, ma è, al contrario, il loro essere sociale che determina la loro coscienza”, l’autore allora si chiede che cosa accade quando gli uomini sono privati del loro essere sociale, come in questa fase storica.

Precedentemente ha pubblicato, “Le gabbie sociali della Globalizzazione” (Susil, 2014), “L’amore ai tempi della Globalizzazione” (Aracne, 2016), “Identità liquida, disagio solido” (Nulla Die, 2019), “Storie di ordinaria amministrazione” (Nulla Die, 2020).

Collabora con riviste scientifiche e di analisi sociopolitica.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Nulla die
ID: 370355
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.