Informazione creata ad arte (e cultura)

La peste nera, il saggio di Alberto Luongo

Sabato 12 novembre 2022 alle ore 15,30 nella sala conferenze del Civico Museo Archelogico di Milano (con ingresso da Via Nirone, 7) si terrà la presentazione del saggio “La peste nera” (Carocci, 2022) di Alberto Luongo con la partecipazione dell’autore. Intervengono Maddalena Moglia (Università degli Studi di Milano) e Vittoria Bufanio (Università degli Studi di Firenze). Ingresso libero.
la peste nera

La peste nera, il saggio di Alberto Luongo

la peste nera
Sabato 12 novembre 2022 alle ore 15,30 nella sala conferenze del Civico Museo Archelogico di Milano (con ingresso da Via Nirone, 7) si terrà la presentazione del saggio “La peste nera” (Carocci, 2022) di Alberto Luongo con la partecipazione dell’autore. Intervengono Maddalena Moglia (Università degli Studi di Milano) e Vittoria Bufanio (Università degli Studi di Firenze). Ingresso libero.

Sabato 12 novembre 2022 alle ore 15,30 nella sala conferenze del Civico Museo Archelogico di Milano (con ingresso da Via Nirone, 7) si terrò la presentazione del saggio “La peste nera” (Carocci, 2022) di Alberto Luongo con la partecipazione dell’autore. Intervengono Maddalena Moglia (Università degli Studi di Milano) e Vittoria Bufanio (Università degli Studi di Firenze). Ingresso libero.

All’inizio dell’autunno del 1347 l’Italia, prima tappa occidentale dei commerci provenienti dal Mar Nero, fu la porta d’ingresso in Europa di una pandemia dalle conseguenze devastanti: da sud a nord, nel giro di poche settimane, la peste decimò città e campagne come mai era avvenuto. Nonostante l’inadeguatezza delle conoscenze sanitarie, la società dell’epoca, dopo l’iniziale shock, seppe mettere in atto meccanismi di reazione in numerosi ambiti: le istituzioni adottarono specifici provvedimenti per limitare il contagio e i disagi dei sopravvissuti, mentre nei decenni successivi una diversa distribuzione delle ricchezze portò alla ribalta politica ed economica individui e gruppi sociali in precedenza esclusi. La peste non causò il collasso di un mondo, ma generò nuovi equilibri che consentirono di convivere con il periodico ripresentarsi della malattia; una storia che, a distanza di secoli, non smette di riguardarci.

Alberto Luongo, medievista, insegna all’Università Statale di Milano. Si occupa prevalentemente di storia politico-istitizionale e socio-economica delle città italiane fra XII e XIV secolo. Fra i suoi libri più recenti Gubbio nel Trecento (Viella, 2016) e Una città dopo la peste (Pisa University Press, 2019).

 


Foto

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da: Maurizio Calì
ID: 368121
Licenza di distribuzione:
Picture of Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.