Pisa in Arte

L'arte a Pisa e dintorni

La Chiesa di San Michele Arcangelo di Orciano Pisano

Un tesoro nascosto nelle terre di Pisa.
La Chiesa di San Michele Arcangelo di Orciano Pisano
Foto Di Sailko – Opera propria, CC BY 3.0

La Chiesa di San Michele Arcangelo di Orciano Pisano

La Chiesa di San Michele Arcangelo di Orciano Pisano
Foto Di Sailko – Opera propria, CC BY 3.0
Un tesoro nascosto nelle terre di Pisa.

Nel cuore delle Terre di Pisa, tra le dolci colline che disegnano il paesaggio toscano, si cela un gioiello architettonico spesso trascurato dai viaggiatori frettolosi: la Chiesa di San Michele Arcangelo di Orciano Pisano. Questo edificio sacro, che si erge nel comune meno popolato della regione, racchiude in sé storie di resilienza, arte e devozione che attraversano i secoli.

Storia e rinascita

La storia della Chiesa di San Michele Arcangelo è segnata da un evento catastrofico che ne ha determinato l’aspetto attuale: il terremoto del 1846. Questa calamità naturale non solo devastò Orciano Pisano ma anche l’intera area delle colline pisane inferiori, lasciando dietro di sé distruzione e la necessità di una ricostruzione. L’edificio che oggi ammiriamo risale quindi a questo periodo di rinascita, eretto sulle ceneri di una chiesa precedente del XVIII secolo. Quest’ultima, tuttavia, non fu il primo luogo di culto dedicato a San Michele Arcangelo in quest’area, poiché documenti attestano l’esistenza di una cappella già nel XV secolo.

Architettura e tesori interni

La chiesa attuale si distingue per il suo stile tardo neoclassico, con una facciata che incarna semplicità ed eleganza, e un interno arricchito da un transetto e una cupoletta sorretta da quattro colonne maestose. Al suo interno, la chiesa custodisce veri e propri tesori artistici e storici.

Il primo tra questi è una copia pregevole del San Michele Arcangelo di Raffaello, che attira l’attenzione dei fedeli e degli amanti dell’arte. L’altare maggiore, poi, rappresenta un raro esempio di sopravvivenza al terremoto del 1846: realizzato in marmo bianco con intarsi in marmi policromi, rispecchia la maestria artigianale del periodo in cui fu costruito, agli inizi del XVIII secolo.

Un altro elemento di rilievo è l’acquasantiera, datata 1644, che funge anche da fonte battesimale, legando insieme storia, arte e fede in un unico oggetto di notevole valore storico e spirituale.

Un luogo da riscoprire

Le registrazioni storiche confermano l’esistenza di una chiesa a Orciano Pisano già nel 1282, rendendo questo sito non solo un punto di interesse religioso ma anche un testimone silenzioso della storia lunga e variegata di questa terra.

La Chiesa di San Michele Arcangelo di Orciano Pisano, con la sua storia di resilienza, il suo ricco patrimonio artistico e la sua tranquilla bellezza, rappresenta una tappa imperdibile per chi desidera esplorare le profondità culturali e spirituali delle Terre di Pisa. Un invito a rallentare il passo, ad ammirare ciò che troppo spesso sfugge allo sguardo frettoloso, scoprendo un patrimonio che racconta di fede, arte e rinascita.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Emiliano Cecchi
Foto Di Sailko – Opera propria, CC BY 3.0
Picture of Emiliano Cecchi

Emiliano Cecchi

Web Designer per la PuntoWeb.Net sas, mi occupo anche di editoria online sin dal lontano 1996. Già ideatore e curatore di vari portali, sono il co-founder di LiquidArte.it dove svolgo anche il ruolo di content manager. Sono appassionato di storia e di tutto quanto può accrescere la mia cultura.