Informazione creata ad arte (e cultura)

La casa dei Casti Amanti, Pompei

Negli scavi archeologici di Pompei, su una delle principali arterie stradali dell’antica città, via dell’Abbondanza, riapre al pubblico la casa dei Casti Amanti.
Foto

La casa dei Casti Amanti, Pompei

Foto
Negli scavi archeologici di Pompei, su una delle principali arterie stradali dell’antica città, via dell’Abbondanza, riapre al pubblico la casa dei Casti Amanti.

La Casa dei Casti Amanti grazie a delle passerelle sospese, darà la possibilità a chi visita gli scavi di Pompei, di osservare dall’alto l’intera area di scavo. darà anche un’altra grandissima possibilità, ossia osservare le attività di indagine e restauro degli ambienti che sono emersi di recente, come La Casa dei Pittori e del Cenacolo colonnato.

La casa dei Casti Amanti, sepolta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., era in fase di ristrutturazione forse per riparare i danni di un terremoto avvenuto alcuni giorni prima, come testimoniano i lavori di sistemazione idraulica e la ridecorazione in atto in un grande ambiente della Casa dei Pittori al Lavoro, chiamata così in virtù del fatto che si stava ridipingendo al momento dell’eruzione, sulle cui pareti sono stati trovati i disegni preparatori realizzati prima di applicare il colore dell’affresco, improvvisamente interrotti dalla catastrofe.

La domus deve il suo nome dalla decorazione di un triclinio, che ritrae due amanti in atteggiamenti sobri ed eleganti durante un banchetto. Sono stati ritrovati anche disegni di gladiatori e cacciatori realizzati da bambini con il carboncino si muri di un cortile di servizio prima dell’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C.

Oltre ai disegni dei bambini, sono stati documentati i resti di due vittime, una donna e un uomo, morti nei lapilli del Vesuvio davanti al portone chiuso della casa dei Pittori all’interno della casa, è venuto alla luce una piccola camera da letto allestito come studiolo in prossimità di una sala di ricevimento. Tra le scene mitologiche un quadretto singolare, senza confronti del repertorio vesuviano, con la rappresentazione di un bambino incappucciato, forse un figlio deceduto dei proprietari.

Contatti
Naples and Italy visite guidate ed eventi
via Pessina 90 – 80135 Napoli
cell. 3404230980
whatsapp 3357851710
visitenapoli@gmail.comhttps://www.naplesanditaly.comhttps://www.guideturistichenapoli.it

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Barbara De Blasi
ID: 398636
Licenza di distribuzione:
Picture of Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.