Informazione creata ad arte (e cultura)

L’Opus Ballet racconta Maria Callas

Il Teatro Salieri conclude il mini-festival dedicato a Maria Callas con “Callas callas callas!” della Compagnia Opus Ballet.
Foto

L’Opus Ballet racconta Maria Callas

Foto
Il Teatro Salieri conclude il mini-festival dedicato a Maria Callas con “Callas callas callas!” della Compagnia Opus Ballet.

Il 2 dicembre, alle 20:45, il Teatro Salieri conclude il mini-festival dedicato a Maria Callas in occasione del centenario della sua nascita con lo spettacolo “Callas callas callas!”. Questo evento speciale, curato dalla Compagnia Opus Ballet, offre uno sguardo innovativo sulla vita della Divina attraverso la fusione di musica e danza.

Il mini-festival, che coincide con il compleanno di Maria Callas, ha celebrato la grande artista in vari modi, culminando con questo spettacolo unico. “Callas callas callas!” presenta le coreografie di tre maestri della danza di spicco: Adriano Bolognino, Carlo Massari e Roberto Tedesco. Ciascun coreografo offre una lettura contemporanea e innovativa di diverse fasi della vita e dell’opera di Maria Callas.

L’approccio dei coreografi si sviluppa in un “trittico coreografico”, in cui ogni segmento rappresenta un aspetto unico della vita della Divina. Attraverso la danza contemporanea, gli artisti creano un affresco inedito che fonde elementi biografici, ispirazioni musicali e iconografia, dando vita a un linguaggio unico per narrare la storia di uno dei personaggi più iconici del Novecento.

Rosanna Brocanello, alla guida dell’Opus Ballet, dirige con maestria questa compagnia composta da un nucleo stabile di danzatori professionisti provenienti da diverse parti d’Italia e dal mondo. L’Opus Ballet ha già arricchito il panorama artistico con un vasto repertorio di produzioni, confermando la sua presenza significativa nella scena della danza contemporanea.

“Callas callas callas!” rappresenta un tributo vibrante e appassionato a Maria Callas nel giorno del suo compleanno, offrendo al pubblico un’esperienza multisensoriale che esplora la grandezza e la complessità di questa icona della musica lirica.

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da studioalfa
ID: 388020
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.