Informazione creata ad arte (e cultura)

L’opera Tre Pesci dell’artista Nino Ventura entra a far parte della Collezione permanente del Museo del Parco di Portofino

Da oggi, 1° giugno 2023, al Centro Internazionale di Scultura all’aperto.
Foto

L’opera Tre Pesci dell’artista Nino Ventura entra a far parte della Collezione permanente del Museo del Parco di Portofino

Foto
Da oggi, 1° giugno 2023, al Centro Internazionale di Scultura all’aperto.

Da oggi, 1° giugno 2023, la scultura Tre Pesci (2010) dell’artista Nino Ventura andrà ad arricchire il Museo del Parco di Portofino, Centro Internazionale di Scultura all’aperto, presieduto da Daniele Crippa e curato da Serena Mormino, in collaborazione con AMARTE.

Grazie al Patrocinio del Comune di Portofino, l’opera sarà prima esposta nel Porticciolo del Borgo e successivamente collocata all’interno del Museo, durante un evento – il 3 luglio 2023 – che vedrà coinvolta l’intera comunità.

La scultura entrerà a far parte della Collezione permanente del Museo accanto ad oltre duecento opere presenti in questo prezioso scrigno di arte e natura.

Tre Pesci nasce dalla seconda fusione dei diciotto pesci che l’artista realizzò nel 2010 per la Fontana di Fuenlabrada – Madrid in Spagna. La bellezza e la grandiosità dell’opera madrilena, ha spinto Nino Ventura a riprodurre un particolare della stessa di soli tre elementi.

Realizzata con l’antica tecnica etrusca della cera persa, la scultura, che sarà visibile a tutti nel Porticciolo del Borgo di Portofino, misura dai 1,70 fino ai 2,10 metri di altezza e ha una base di oltre 2 metri. Essa ben rappresenta tutta la sua poetica, il cui fil rouge collega la sua produzione all’acqua e alle sue creature, temi alla base della ricca e geniale creatività dell’artista.

L’istallazione in bronzo ramato è tra le sue sculture impulsive, instabili e assurde, dal sapore fiabesco che affascinano e contagiano il grande pubblico. L’opera, collocata sul Porto in uno spazio dove il protagonista assoluto è il mare, vuole essere un messaggio chiaro della cultura mediterranea del nostro Paese.

Informazioni
M. +39 320 4332283

Informazioni sulla pubblicazione

Testo inviato da Giancarlo Garoia
ID: 378404
Licenza di distribuzione:
Diana Millan

Diana Millan

Magistero in Scienze Religiose conseguito presso l'ISSR "Beato Niccolò Stenone" di Pisa, lavoro per comunicati-stampa.net e sono responsabile editoriale di LiquidArte.it. Appassionata di cinema e libri.